Società

Vogue Italia, per la prima volta la cover è per una modella asiatica

Continua lo scardinamento dei rigidi canoni fashion da parte del direttore Franca Sozzani che dopo le battaglie contro l'anoressia e a favore delle modelle di colore ora guarda all'est

La copertina di Vogue Italia (Credits: Vogue)

Rivoluzione Vogue Italia: ancora una volta il magazine diretto da Franca Sozzani fa un passo in avanti nel senso della globalizzazione della bellezza per uscire dai canoni occidentali della modella perfetta 'costi quel che costi' e per aprirsi a nuove forme di sensualità. Sulla copertina del mese di gennaio c'è, infatti, una modella cinese.

La battaglia più impegnativa condotta fino ad oggi dalla rivista simbolo della moda è stata quella contro le top model troppo magre, proponendo sulle pagine del giornale solo bellezze in forma, non donne curvy, solo ragazze che non hanno un aspetto palesemente emaciato. Dopo quello contro l'anoressia è arrivato l'impegno per promuovere le modelle di colore in passerella. Di venere nera la storia della moda ne conta solo una, la splendida Naomi Campbell, ma di ragazze di colore degne di entrare nel gotha della moda ce ne sono tante, solo che gli stilisti difficilmente le scelgono e le black models si contano sulle dita di una mano. Vogue anche in questo senso si è dimostrato all'avanguardia cercando di strizzare l'occhio a quelle che potevano essere delle modelle nere con delle buone doti.

Questo mese un nuovo rivoluzionario tassello è stato aggiunto al tentativo di scardinare i canoni severi del fashion. Per la prima volta sulla cover di Vogue è apparsa, infatti, una modella asiatica. Si tratta della cinese Fei Fei. Un inno alla multiculturalità della donna di oggi, della sua bellezza e dell'apertura al nuovo. Franca Sozzani è Goodwill Ambassador delle Nazioni Unite e madrina del progetto Fashion 4 Development. "In questa foto - ha dichiarato la Sozzani - Fei Fei incarna alla perfezione un ideale di bellezza senza tempo e molto chic. In questo mondo la bellezza è sovrana ed è qualcosa che unisce la gente senza nazionalità o limiti razziali".

© Riproduzione Riservata

Commenti