dive-musone-angelina-jolie
People

Angelina Jolie: asportate anche le ovaie per paura del cancro

Dopo la doppia mastectomia preventiva l'attrice ha detto addio a ovaie e tube per l'alto rischio di ammalarsi di tumore

"Conoscenza è potere". Con queste parole Angelina Jolie ha spiegato da dove sia maturata la decisione di farsi asportare chirurgicamente ovaie e tube di Falloppio con l'intento di ridurre drasticamente la possibilità di ammalarsi di cancro.

Dopo la doppia mastectomia preventiva del 2013 l'attrice, portatrice del gene difettoso Brca 1 (responsabile di un'elevata incidenza di tumori e causa della morte, nella sua famiglia, di una zia, della nonna e della madre) in un lungo articolo pubblicato stamane dal New York Times ha spiegato il perchè di questo nuovo e difficile (da un punto di vista fisico ed emotivo) intervento.

"Due settimane fa - ha scritto - ho ricevuto una telefonata dal mio medico con i risultati dei test del sangue. 'La vostra CA-125 è normale', ha detto. Ho tirato un sospiro di sollievo. Questo test misura la quantità della proteina CA-125 nel sangue, e viene utilizzato per monitorare il cancro ovarico. È un esame che faccio ogni anno a causa della mia storia familiare. 'Ma non è tutto'. Ha continuato il medico. 'Ci sono una serie di marker infiammatori che sono elevati, e nel loro insieme potrebbero essere un segno di cancro precoce".


 

Dopo aver consultato diversi medici, aver percorso la strada della naturopatia, della medicina alternativa e delle possibili cure per monitorare la sitazione ovarica, Angelina si è recata dal chirurgo che aveva in cura sua madre. "L'avevo vista l'ultima volta il giorno in cui mia madre morì: è scoppiata in lacrime quando mi ha vista: 'Le assomigli tanto', mi ha detto. Abbiamo sorriso e abbiamo concordato di affrontare qualsiasi problema insieme".

Il cancro, sebbene i livelli infiammatori fossero alti, non era stato ancora contratto e la malattia poteva essere scongiurata. "Con mio sollievo - spiega la Jolie - avevo ancora la possibilità di rimuovere le mie ovaie e le tube di Falloppio e ho scelto di farlo".

Brad Pitt, che si trovava in Francia, è subito tornato a casa per assistere la moglie che ha subito l'intervento in laparoscopia. Il gene Brca 1 aumenta dell'87% a possibilità di contrarre cancro al seno e del 50% quella di ammalarsi alle ovaie. Per questo, sapendo di avere quel difetto genetico, Angelina aveva "Intenzione di farlo da un po' di tempo. Si tratta di un intervento chirurgico meno complesso della mastectomia, ma i suoi effetti sono più gravi. Si mette una donna in menopausa forzata. Così mi sono preparata fisicamente ed emotivamente, ho discusso le opzioni con i medici, dalla medicina alternativa alla mappatura degli ormoni. Poi ho scelto di intervenire chirurgicamente"

E così, a 39 anni, Angelina Jolie è già in menopausa. Non potrà più avere figli, ma la sua possibilità di ammalarsi di tumore è radicalmente ridotta. "I miei bambini - ha detto - non potranno dire che la loro madre è morta di tumore alle ovaie".

Angelina, comunque, si ritiene fortunata. Di figli ne ha già sei, mentre ci sono altre donne che, a causa della malattia, sono costrette a privarsi della possibilità di procreare in età molto precoce. "Non sarò in grado di avere più figli", ammette l'attrice, "e mi aspetto di vedere alcuni cambiamenti fisici. Ma mi sento a mio agio con tutto ciò che verrà, non perché io sono forte, ma perché questa è una parte della vita. Non c'è nulla da temere. La conoscenza è potere".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti