Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Società

Le coppie che ritornano: da Mickey Rourke e Kim Basinger a John Travolta e Olivia Newton-John

Cosa succede quando una coppia cinematografica torna a lavorare insieme? – Quando invece le coppie vere scoppiano?

Coppie-che-ritornano_0

– Credits: Olycom

Ci sono coppie che su grande schermo fanno sognare, contribuendo a trasformare un film in un fenomeno al botteghino. Vedi per esempio Mickey Rourke e Kim Basinger (9 settimane e 1/2), Kate Winslet e Leonardo DiCaprio (Titanic), Richard Gere e Julia Roberts (Pretty Woman), John Travolta e Olivia Newton-John (Grease), ma anche Julie Delpy ed Ethan Hawke (Prima dell'alba), Ryan Gosling ed Emma Stone (Crazy, Stupid, Love). La cosa che li rende diversi, per esempio, dai Demi Moore e Patrick Swayze di Ghost, è che loro sono tornati una seconda volta a lavorare insieme. Non sempre con i medesimi risultati, in termini di alchimia: ecco le loro storie, in ordine sparso.

RICHARD GERE E JULIA ROBERTS
L'esordio della coppia cinematografica è memorabile: Pretty Woman (1990) è una corazzata del genere romantico, un trionfo di zucchero e cuoricini che incassa quattrini a palate e trasforma i suoi protagonisti in sex symbol. A onor del vero, lui già lo era grazie a Ufficiale e gentiluomo, mentre lei viene aiutata da una controfigura che le presta un corpo da favola nelle inquadrature che escludono la testa. Questo però conta poco, rispetto alla posizione che occupa Pretty Woman nell'immaginario collettivo.

Manco a dirlo, l'attesa è enorme quando nove anni più tardi Richard Gere e Julia Roberts tornano insieme su grande schermo grazie a Se scappi, ti sposo. La pellicola viene però lapidata dalla critica e poco amata dal pubblico, pur senza che questo causi un flop: si parla infatti di incassi due volte e mezzo superiori alle spese (che però sono nulla di fronte ai guadagni di Pretty Woman, circa 30 volte maggiori dell'investimento iniziale).

KATE WINSLET E LEONARDO DICAPRIO
Prima che Titanic (1997) uscisse nelle sale, molti analisti temevano non avrebbe coperto i 200 milioni di dollari che era costato, vale a dire il budget più grosso mai stanziato fino a quel momento. Invece il botteghino fa il botto e piazza il film in vetta alla classifica dei maggiori incassi di sempre, record superato solo nel 2010 da un'altra pellicola di James Cameron, Avatar. Compresa la nuova release del 2012, si calcola che Titanic abbia portato a casa oltre 2 miliardi e 185 milioni di dollari. L'alchimia fra Kate Winslet e Leonardo DiCaprio è una delle ragioni del successo.

Nel 2008 i due si riuniscono grazie a Revolutionary Road, una storia completamente diversa: interpretano infatti non giovani romantici in lotta per l'amore, bensì una coppia di mezz'età alle prese con problemi personali e con l'educazione dei figli. Il risultato non è disprezzabile, però piace meno alla critica, incassa meno in sala e non riesce a scalzare il ricordo indelebile della scena sulla prua del Titanic, mentre gli amanti si godono il vento.

MICKEY ROURKE E KIM BASINGER
In attesa del futuro adattamento cinematografico di 50 sfumature di grigio, i sogni erotici e sadomaso degli spettatori cinematografici continuano a essere stuzzicati dal mitico 9 settimane e 1/2 (1986), dove – molto più che in Titanic – furono i due bellissimi protagonisti a determinare il trionfo della pellicola. La cosa curiosa è che inizialmente non fu un successo: l'uscita negli Stati Uniti arrivò con critiche tiepide e portò a incassi nettamente inferiori al budget speso (7 milioni di dollari su 17 investiti). L'esplosione giunse grazie al mercato estero, dove si superarono i 100 milioni, trascinando così le vendite statunitensi dell'edizione home video.

Passano gli anni e Mickey Rourke invecchia malissimo, mentre Kim Basinger quasi non invecchia affatto. Nel 2008 tornano insieme su grande schermo nel film The Informers - Vite oltre il limite, dove però lei fa coppia con Billy Bob Thornton. Quattro anni più tardi (è notizia di queste settimane) recitano ancora sullo stesso set, questa volta per il film Black November. Nel periodo che intercorre tra una pellicola e l'altra pare non si siano incontrati neppure una volta, e non è chiaro se in Black November condivideranno le medesime scene oppure no. Ai fan non resta insomma che ricordarli in 9 settimane e 1/2 e forse è meglio così.

JOHN TRAVOLTA E OLIVIA NEWTON-JOHN
Nel 1978, quando Grease – Brillantina debutta nelle sale, John Travolta è l'attore/ballerino del momento grazie al successo della Febbre del sabato sera, mentre Olivia Newton-John ha una carriera da cantante in piena ascesa. Insieme funzionano alla grandissima, trasformando il musical nel maggiore incasso dell'anno e in un autentico fenomeno di massa (la colonna sonora vende qualcosa come 28 milioni di copie, conquistando la sesta posizione nella classifica delle soundtrack più vendute di sempre).

Difficilmente l'exploit si ripeterà, ma ha comunque attirato molta attenzione la notizia che i due sono tornati insieme in sala d'incisione in vista di This Christmas, album di brani natalizi che esce negli USA il 13 novembre prossimo e i cui proventi andranno in beneficenza. Accanto a ospiti speciali del calibro di Kenny G, Chick Corea, Barbra Streisand, Tony Bennett e James Taylor, la chicca è un duetto inedito (I Think You Might Like It) scritto da John Farrar, lo stesso autore di due perle fra le musiche di Grease: i brani You're The One That I Want e Hopelessly Devoted to You.

JULIE DELPY E ETHAN HAWKE
Qui si parla di un fenomeno di nicchia, ma Prima dell'alba (Richard Linklater, 1995) è una tappa fondamentale per i romanticoni. Film basato su dialoghi e recitazione, entrambi ottimi, racconta la storia di due poco più che ventenni che si incontrano per caso in treno e trascorrono insieme una notte d'innamoramento e d'amore. Julie Delpy e Ethan Hawke sono molto belli, molto in parte e contribuiscono enormemente alla riuscita della pellicola.

Nel 2004 (Prima del tramonto) lo stesso regista e gli stessi attori decidono di raccontare cosa è accaduto ai due amanti nel frattempo: li avevamo lasciati con la promessa reciproca di rivedersi, li ritroviamo nove anni più tardi con l'impegno non mantenuto e con molta acqua passata sotto i ponti. Stavolta sceneggiatura e regia sono meno ispirate, il tempo non ha giovato al fascino di lui, e insomma è meglio tenersi stretto l'originale, che resta insuperabile.

RYAN GOSLING ED EMMA STONE
Pensando a Ryan Gosling e al cinema, la coppia d'amanti che viene subito i mente è quella formata con Rachel McAdams in Le pagine della nostra vita (2004). Però i due, che all'epoca erano insieme anche nella vita vera, non si sono mai riuniti su grande schermo e dunque bisogna ripiegare sull'accoppiata formata da Crazy, Stupid, Love e Gangster Squad.

Entrambe le pellicole mettono in campo l'alchimia fra Ryan Gosling ed Emma Stone, solo che mentre già sappiamo quanto funzionava in Crazy, Stupid, Love (2011), dobbiamo attendere febbraio del 2013 per scoprirlo in Gangster Squad, con l'aggravante che il film racconta i tentativi della polizia per combattere la mafia di Los Angeles negli anni '40 e '50 e dunque potrebbe restare poco spazio per il romanticismo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Ritorno di coppia: la gallery

I casi (fiction) di Rourke/Basinger, DiCaprio/Winslet, Travolta/Newton-John, Gere/Roberts, Hawke/Delpy, Gosling/Stone

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>