Giorgio Napolitano
Politica

Salvini contro Napolitano: le reazioni del mondo politico

"Dovrebbe essere processato", la stoccata del leader leghista contro l'ex capo dello Stato, tornato a parlare dell'intervento in Libia contro Gheddafi

L'ex capo dello Stato Giorgio Napolitano è stato intervistato dal quotidiano Repubblica in merito all'emergenza libica, tema caldo tra le forze politiche. L'intervento del 2011 contro Gheddafi? Non fu lui a deciderlo - a suo dire - bensì Berlusconi.

A immediata risposta arriva l'attacco di Matteo Salvini: "Napolitano non dovrebbe essere intervistato, pagato e scortato, dovrebbe essere processato", scrive il leader della Lega Nord su Twitter.

Parole perentorie e dure, tanto per cambiare, che hanno sollevato reazioni sdegnate da più parti politiche. Eccole.

Le reazioni sdegnate alle parole di Salvini

A difesa del presidente emerito della Repubblica Italiana e senatore e vita tante voci di aria dem e non solo. 

Secondo Luigi Zanda, presidente del Pd a Senato, "c'è un momento in cui l'essere il campione degli antisistema diventa sabotaggio nei confronti dell'Italia", e la dichiarazione di Salvini "dice che questo limite è stato superato". 

Di simile tenore il Ministro per i rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro, sempre di schieramento Pd, che si affida anche lei a Twitter. Definisce "parole vergognose" quelle del leader del Carroccio, scritte solo per "ricerca di visibilità". 


Riccardo Nencini
, viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e segretario del Psi, paventa il "ritorno all'età della pietra
" nell'eventualità di Salvini al potere. Ecco cosa scrive in un tweet:


Il fuoriuscito del Pd Francesco Laforgia, capogruppo di Articolo 1 - Mdp, comunica la sua "solidarietà" e quella del suo gruppo parlamentare a Napolitano. La sparata di Salvini? "Insulti che condanniamo con forza".
Gli fa eco il compagno di partito Roberto Speranza: "Le parole di Salvini sul Presidente emerito Giorgio Napolitano sono irricevibili. Il segretario delle Lega farebbe meglio invece a ricordare le responsabilità dei governi di cui la Lega era parte". 

Solidarietà verso Napolitano anche dal presidente della Camera Laura Boldrini:

Secondo Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Alternativa popolare, "Giorgio Napolitano è stato un grande servitore delle Istituzioni, del Paese e della libertà di pensiero e di parola di tutti gli italiani. Anche quella di Salvini. Il cui appello a processi e tribunali è solo ridicolo, quindi non merita commenti". 

Il sostegno di Lega Nord

In seno al Carroccio, invece, c'è un eco di approvazione verso il leader stoccatore. "Le parole di Matteo Salvini non sono giuste, sono giustissime", sostiene Tony Iwobi, responsabile federale Dipartimento Sicurezza e Immigrazione della Lega Nord.

"Giorgio Napolitano andrebbe processato per tantissimi motivi. Oltre che per aver sospeso la democrazia in Italia inventandosi il governo Monti, non eletto da nessuno, andrebbe processato e condannato anche per aver favorito l'invasione di finti profughi nel nostro Paese. I politici del Pd e di Alternativa Popolare che in queste ore stanno attaccando il nostro segretario per le sue condivisibili parole su Napolitano devono solo tacere. Sono complici di Napolitano del disastro e del caos che regna sovrano in Italia. Io non voglio essere complice del nuovo schiavismo che tanto piace al Pd e ai suoi amici".


Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Gheddafi, un cadavere eretto a simbolo di vittoria

Annalisa Chirico

Per il ministro Frattini la fine di Gheddafi sarebbe “una grande vittoria per il popolo libico, un momento di liberazione per il Paese”. Di parere analogo il segretario del PD Pier Luigi Bersani, il quale si augura che …

Commenti