Politica

Elezioni comunali 2013: i risultati

Trionfa l'astensionismo (ha votato il 62%, a Roma addirittura il 52,8%). Marino in testa nella capitale su Alemanno. Crolla il Movimento 5 Stelle - l'intervista -

I contenuti di questo post sono stati prodotti in autonomia dall’autore che appare nella sezione autore prima dell'inizio del testo, i contenuti di questo post possono essere associati a un brand promozionale tramite la dicitura “sponsorizzato da” oppure “offerto da” con il logo dello sponsor ben visibile.

Dalle 15 il via allo spoglio tanto atteso per le elezioni amministrative (Credits: ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

Roma, Treviso, Siena, Barletta, Isernia, Imperia, Pisa: sono solo alcune delle città dove si è tenuta la tornata di queste elezioni amministrative, segnate - ancor prima di sapere il dato reale -  da un vero e proprio tracollo dell'affluenza: dodici punti in meno rispetto alle precedenti elezioni amministrative, con Roma in vertiginoso calo, ferma al 52,7% complessivo. Secondo le prime proiezioni di Piepoli, nella capitale il candidato del centrosinistra, Ignazio Marino, avrebbe un vantaggio di circa sette punti (40,8 vs 31.2) sul sindaco uscente Gianni Alemanno, mentre De Vito (M5S) e Marchini (indipendente) vengono segnalati rispettivamente al 13,5% e al 9,7%. Se così fosse, il Pd riuscirebbe a limitare i danni, ma sarebbe necessario il turno di ballottaggio tra due settimane dove Marino parte favorito perché, oltre ai sette punti di vantaggio, potrebbe contare sul possibile sostegno di una parte degli elettori del M5S e di un'altra di Marchini, costruttore capitolino storicamente legato al Pci. 

LO SPOGLIO IN DIRETTA

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>