Cronaca

Esclusivo Panorama: "Così i veri corvi mi hanno incastrato"

Per la prima volta parla Francesca Immacolata Chaouqui, la "lobbista" del Papa: "Quei tweet sono stati costruiti..."

Francesca Immacolata Chaouqui nominata, unica donna tra otto membri, da parte di Papa Francesco a far parte della commissione di riforma delle finanze vaticane – Credits: ANSA/WEB

Francesca Immacolata Chaouqui, la «lobbista del Papa», membro della commissione sui dicasteri della Santa sede, rompe per la prima volta il silenzio e racconta a Panorama, da domani in edicola, la sua verità dopo gli attacchi per i tweet che avrebbe scritto contro Tarcisio Bertone e Giulio Tremonti e le foto «osée» pubblicate online.

Chaouqui lamenta un complotto ai suoi danni da parte di nuovi «corvi» che volano in Vaticano: «Quei tweet sono stati costruiti con Photoshop e poi sono stati inviati ai giornali. Insieme a brani della mia corrispondenza privata e a contenuti del mio profilo Facebook che sono stati rubati» dichiara Chaouqui. E racconta a Panorama:

«Appena è stata resa nota la composizione della commissione della quale faccio parte, qualcuno si è messo in moto per cercare di colpirmi. Forse hanno preso di mira la sottoscritta perché sono l’unica italiana della commissione. Tramite una società britannica hanno violato il mio account dal Regno Unito, hanno ru- bato la mia corrispondenza e i miei documenti e li hanno inviati ad alcuni giornalisti. Ho i report di Google che lo dimostrano».

Da Giulio Andreotti al giornalista Gianluigi Nuzzi, dalla contessa Marisa Pinto Olori del Poggio al finanziere Alessandro Proto: nell’intervista a Panorama Chaouqui svela amicizie e rapporti di lavoro e racconta come una ragazza nata in un minuscolo paese della Calabria e cresciuta senza il padre a 31 anni è riuscita a diventare la consulente del Papa.

© Riproduzione Riservata

Commenti