News

La strage di pedoni in Italia

Gionatan di 3 anni e Anna di 9: sono le ultime vittime di quella strage che ogni anno, in Italia, conta 11 pedoni morti alla settimana. Un terzo dei quali uccisi mentre attraversano le striscie

Il piccolo Jonatan, morto a 3 anni mentre attraversava le striscie pedonali – Credits: FACEBOOK

Sono quasi il 15% delle vittime complessive di sinistri stradali: undici pedoni che muoiono ogni settimana sulle nostre strade, per un numero complessivo nel nostro Paese - secondo le cifre fornite ad Ania relative al 2013 - di 589 morti (e 20 mila feriti), 52 delle quali under 14. La causa? È anche culturale. «In altri paesi d'Europa, le strisce pedonali sono un territorio blindato, un luogo dove il pedone è protetto - spiega  Umberto Guidoni, segretario generale della Fondazione Ania - Da noi ancora non è così e dobbiamo lavorare per convincere tutti che le regole vanno sempre rispettate.

Il caso di Gionatan La Sorsa, il piccolo di tre anni travolto e ucciso a Ravenna da una Mercedes scura il cui conducente (un cittadino bulgaro di 37 anni) non si è fermato dopo l'impatto, e quello di Anna Della Mora, la piccola di 9 anni uccisa nel centro di Jesolo mentre attraversava sulle striscie pedonali, trovano una spiegazione proprio in queste cifre che collocano il nostro Paese nella black list degli Stati dove gli automobilisti sono più indisciplinati e irrispettosi delle regole. Un terzo dei pedoni deceduti in Italia muore travolto mentre attraversa sulle striscie. E 20 bambini tra 0 e 13 anni sono morti nel 2014.

© Riproduzione Riservata

Commenti