Tangenti? Siamo fuori dal mondo (come al solito)

Berlusconi, con la grazia propria dei suoi modi, sdogana la “tangente necessaria” per lavorare in taluni (non pochi) Stati extraeuropei. Immediata la levata di scudi dei cultori del mondo di Alice nel paese delle meraviglie con l’associazione nazionale magistrati …Leggi tutto

Berlusconi, con la grazia propria dei suoi modi, sdogana la “tangente necessaria” per lavorare in taluni (non pochi) Stati extraeuropei.

Immediata la levata di scudi dei cultori del mondo di Alice nel paese delle meraviglie con l’associazione nazionale magistrati in prima fila. In questo contesto assolutamente consigliata la lettura del bel articolo di Claudio Gatti sul Sole di oggi.

In sintesi, l’america e’ rigidissima nella pratica anticorruttiva internazionale (salvo poi tramare ogni dove con i suoi servizi ed ammettere pratiche come le rendition). Inghilterra e Francia, fottendosene beatamente dei richiami dell’Ocse, sterlizzano per pratica tutte le inchieste che possono interferire con i loro interessi strategici. Di Russia e Cina non parliamo neppure. E noi? sempre con il cilicio stretto….ovunque.

© Riproduzione Riservata

Commenti