john-cantlie-isis-video
Esteri

Video di Isis con John Cantlie

L'ostaggio britannico racconta la "sua verità" sulla "disinformazione" contro il Califfato in un messaggio

Isis ha diffuso poco fa il suo ultimo video (guarda qui quello della campagna contro gli Stati Uniti pubblicato ieri) nel quale si vede John Cantlie l'ostaggio britannico rapito in Siria un anno fa che racconta la "sua verità".

Il messaggio si intitola "Lend me your ears" ("Prestatemi attenzione"), dura 3 minuti e 30 secondi, tempo durante il quale l'ostaggio racconta la disinformazione che i media dei paesi occidentali starebbero mettendo in pratica contro il califfato.

Cantlie lancia un appello al pubblico affinché si parli dello Stato islamico senza fare disinformazione. E attacca Usa e Gran Bretagna: "Dopo le due disastrose operazioni in Iraq e Afghanistan, perché un altro conflitto?"

"Penserete che vi parlo perché sono prigioniero: è vero, il mio destino è nelle mani dello Stato islamico, non ho nulla da perdere. Forse vivrò, forse morirò", dice il giornalista.

Cantlie accusa poi i media di manipolare la verità: "Vi dirò cosa muove l'Isis veramente e vi spiegherò perché altri ostaggi europei sono stati liberati. I loro governi hanno deciso di trattare, mentre Usa e Gran Bretagna li lasciano a loro stessi".

"Possiamo cambiare le cose ma solo se voi, popolo, deciderete di agire ora. Seguitemi", conclude.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti