isis video bambino3
Esteri

Isis, ancora un video shock: un bambino decapita prigioniero

L'orrore della propaganda del califfato raggiunge un nuovo vertice di spietata crudeltà

Ennesimo horror-show dell'Isis che in un video diffuso da siti jihadisti e ripreso dall'edizione online del britannico Daily Mail mostra un bambino in mimetica, dell'apparente età di una decina d'anni, mentre sgozza con un coltello fino alla decapitazione un uomo indicato come un militare siriano. Secondo il Mail si tratta della prima decapitazione (anche se non della prima 'esecuzione') affidata alle mani di un bambino e documentata da immagini.

 

L'atroce episodio sarebbe avvenuto nella provincia di Homs e il "prigioniero" pare sia una soldato delle forze governative di Damasco catturato vicino al check point dell'esercito siriano di Al-Bosayri. Le immagini mostrano l'uomo sdraiato faccia a terra, con le mani legate dietro la schiena, e il bambino - che ha un berretto nero in testa, ma il volto scoperto - mentre lo afferra per i capelli sollevandogli la testa per sgozzarlo con un coltello delle dimensioni di una lama da sub. Poi sembra ci sia un salto d'immagini e quindi si vede il piccolo carnefice mostrare la testa staccata come un trofeo, prima che questa venga deposta sulla schiena del cadavere. Al suo fianco, durante la scena, un jihadista adulto che alla fine fa rivolgere la telecamera su di sé e lancia uno dei consueti messaggi minatori, citando ancora una volta Roma: "I nostri obiettivi non sono solo Palmira, Homs o Damasco - proclama secondo la traduzione del Mail - ma anche Bayt al- Maqdes (il Tempio della Santità, alias Gerusalemme) e Roma". (ANSA).

© Riproduzione Riservata

Commenti