Isis
Esteri

Iraq: anche l'Australia nella coalizione anti-Isis

Il governo di Canberra autorizza l'impiego di suoi cacciabombardieri nei raid aerei e di forze militari sul terreno

L’Australia si aggiunge alla coalizione di forze che fronteggiano le armate dell’Isis presenti in Iraq: il governo locale ha infatti autorizzato la partecipazione di 8 caccia-bombardieri F-18 ai raid in corso, decidendo anche per l’invio di forze speciali sul terreno. 

 

L’annuncio è stato dato dal premier Tony Abbott, che nella comunicazione ha voluto sottolineare come il via alle operazioni sia conseguenza di una "esplicita richiesta del governo iracheno". L’Australia ha già dalla metà di settembre un contingente di 200 commando stanziati negli Emirati Arabi Uniti, ai quali se ne stanno ora andando ad aggiungere altri 400.  

© Riproduzione Riservata
tag:

Commenti