Gli U2 torneranno dal vivo negli stadi con il The Joshua Tree Tour 2017, una serie di concerti che vuole celebrare il trentesimo anniversario del quinto album della band.

Per molti, il capolavoro del gruppo. Gli U2 saranno all'Olimpico di Roma il 15 e il 16 luglio.

In vista di questi show speciali vogliamo ripercorrere la genesi di un album che ha fatto la storia, un disco senza tempo ispirato alle radici della musica americana e a quella irlandese. 

In Italia The Joshua Tree, dal 1987 ad oggi, ha venduto più di un milone di copie. Ben dieci i milioni negli Stati Uniti, tre in Inghilterra.

Nei giorni scorsi Bono ha dichiarato:

"Recentemente ho riascoltato The Joshua Tree per la prima volta dopo quasi 30 anni, è come un’opera. Tante emozioni che sono stranamente attuali: l’amore, la perdita, i sogni spezzati, la ricerca dell’oblio, la polarizzazione, tutti i grandi temi. Ho cantato molte di queste canzoni diverse volte, ma mai tutte. Ne ho proprio voglia, se il nostro pubblico è eccitato come noi… sarà una serata grandiosa".

Cinque cose da sapere: 

1) L'album aveva due titoli provvisori che poi sono stati scartati: The two Americas e The desert songs. Ai tempi Bono disse: "Andare in tour negli States mi ha fatto vedere da vicino l'America del mito e quella reale".

2) The Joshua Tree ha debuttato al primo posto in Inghilterra vendendo 300 mila copie in due giorni. Un record assoluto. La foto della copertina è stata scatta da Anton Corbjin lungo la Route 190 in California. "La scelta del deserto mi sembrò naturale in un anno che ancora oggi ricordo come molto difficile per me. Ero in crisi con mia moglie e morì un carissimo amico" ha raccontato Bono dopo l'uscita del disco.

3) L'album, considerato ancora oggi uno dei dischi rock più importanti e intensi di sempre, ha venduto nel mondo oltre 25 milioni di copie.

4) The Joshua Tree ha preso forma a Rathfarnham, a sud di Dublino, in una villa in stile georgiano denominata Danesmoate House. Il disco è stato prodotto da Brian Eno e Daniel Lanois. 

5) Durante le registrazioni del disco, a Dublino, morì in un incidente il roadie e assistente personale di Bono, Greg Carroll. La band al completo volò in Nuova Zelanda per i funerali.

LA TRACKLIST:

1. "Where the Streets Have No Name" 5:38
2. "I Still Haven't Found What I'm Looking For" 4:38
3. "With or Without You" 4:56
4. "Bullet the Blue Sky" 4:32
5. "Running to Stand Still" 4:18
6. "Red Hill Mining Town" 4:54
7. "In God's Country" 2:57
8. "Trip Through Your Wires" 3:33
9. "One Tree Hill" 5:23
10. "Exit" 4:13
11. "Mothers of the Disappeared"

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti