Musica

Michael Jackson: faide e misteri in famiglia

I dubbi sul testamento del Re del Pop

Michael Jackson in concerto a New York con Whitney Houston (a sinistra) – Credits: Foto Olycom

Non c'è pace per la famiglia Jackson, sempre al centro di misteri, sparizioni e liti furibonde. Ma andiamo per ordine: sabato sera, infatti, la madre di Michael, Katherine, è stata data per dispersa. A dare l’allarme ci ha pensato pensato uno dei suoi nipoti, Mr. Trent Jackson, preoccupato dall’assenza della donna. Da quel momento si sono susseguiti un fiume di indiscrezioni e avvistamenti. Alla fine, è stata ritrovata in Arizona a casa della figlia Rebbie, dove avrebbe avuto un improvviso malore. Paris, la figlia del Re del Pop, aveva postato una serie di messaggi su Twitter lasciando trapelare tutta la sua ansia. "Non le parlo da una settimana. La voglio subito a casa".

Lo spiacevole incidente avviene solo pochi giorni dopo l'ennesima diatriba che ha coinvolto gli eredi del cantante, che litigano senza sosta la cospicua eredità. Secondo alcuni il testamento presentato dai legali alla morte del cantante sarebbe un falso. Pare infatti che Jackson non fosse a Los Angeles il giorno della stipula del testamento e che in realtà si trovasse a New York.

Motivo sufficiente, questo, a compromettere la validità del presunto documento, così come riportato dal giornale inglese The Sun che ha pubblicato la lettera dai fratelli del cantante ai due avvocati che hanno curato la successione: "Quando il testamento fu convalidato eravamo ancora scossi e non ci siamo accorti di ciò che adesso è lampante a tutti: il testamento è un falso. Avete fallito come esecutori testamentari, ma non avete fallito nell'approfittarvi di un'intera famiglia. Nostro fratello ci aveva detto, nei mesi che hanno precedeuto la sua morte, che vi disprezzava entrambi e che non voleva che nessuno di voi avesse più niente a che fare con la sua vita e con tutto ciò che riguardava le sue proprietà".

Jackson 5 Medley:

© Riproduzione Riservata

Commenti