Dolcenera
Musica

Dolcenera: "Le stelle non tremano", così guardo al futuro

Il sesto lavoro in studio della cantante è un album maniacale preparato in oltre tre anni - L'intervista

Non ha paura di mostrarsi così com'è. Con le sue debolezze, con le sue domande di senso.
Con i suoi punti di forza. Con tutta la voce che ha dentro.
La copertina del suo ultimo disco, "Le stelle non tremano", uscito oggi per Universal Music, lo dimostra (il progetto della cover è del body painter Guido Daniele). Dolcenera è tornata con un progetto ambizioso, completo, innovativo, così come solo lei sa fare. Undici tracce che sono legate da un fil rouge. "Mentre scrivevo i testi del disco mi sono resa conto che stavo parlando sempre dello stesso tema: la paura del futuro". Inizia a raccontarsi così Dolcenera, durante la presentazione alla stampa di quello che è il suo sesto album in studio. 

"Tutti i miei pezzi partivano da lì, dalla constatazione del periodo storico in cui stiamo vivendo", racconta. Ma questo, come racconta la prima traccia del disco, Niente al Mondo, "è il tempo per noi". Questo brano - uscito la scorsa estate - lo dice chiaramente: "Chi sogna non ha regole/e non si arrende mai/la vita che s'immagina diventerà realtà". E, a guardarci bene, questo concetto sta alla base dell'intero lavoro. "Un giorno ho visto un video su YouTube di un'intervista a Monicelli e ho letto Pasolini - ha spiegato la cantante - e entrambi contrapponevano speranza e sogno". Da un lato, "la passività della speranza", dall'altro "il senso dinamico del sogno che stimola a provare a cambiare la propria vita"



Questo slancio - che supera spazio e tempo - ha per Dolcenera un valore fondamentale. Ed è proprio questo "colpo di reni" che l'ha spinta a lavorare con una cura certosina (tangibile da chiunque voglia prendersi un po' di tempo per ascoltare la bellezza di tutte le undici tracce) per realizzare "Le stelle non tremano". La data di uscita del disco è l'11 settembre, da un lato "il giorno in cui hanno cercato di metterci paura", dall'altro "la data scelta da Gandhi per lanciare Satyagraha, il suo manifesto della lotta non violenta". Un'attenzione al significato difficile da trovare oggi, nel mondo del tutto-e-subito, anche nel mondo della musica: "Solo per scrivere Immenso ho lavorato più di due mesi. Anche il mio fidanzato si lamenta perché sono lenta (ride, ndr) ma quando si tenta di star fuori a certi schemi, ci vuole molto tempo". 

Fantastica è senza dubbio uno tra i brani più completi del disco. Ha dentro sé dolcezza e grinta, voglia di ripartire e nostalgia. "È una canzone dedicata a un amico che non c'è più e che mi ha insegnato a vivere con un sorriso, con ironia", ha raccontato. Poi, le già conosciute Niente al mondo, Accendi lo spirito, il nuovo singolo Un peccato e Credo. Quest'ultima, in particolare, racconta di alcuni atti di fede (utilizzati per poi "smontarli" poco dopo). Ma quindi, in cosa crede Dolcenera? "Credo che tutto sia collegato, dalle fogne alle stelle". Tutto molto chiaro: "Siamo tutti inscindibilmente collegati".


Ma quindi, come superare questa paura del futuro? Dolcenera lo ha spiegato bene: "L'unica cosa che mi aiuta in questo è la mia voglia di sorprendermi". "Le stelle non tremano" è stato scritto, arrangiato e prodotto dalla stessa Dolcenera, che ha voluto quindi stare in prima linea nel suo percorso di ricerca musicale. "Immenso, ad esempio, ha una progressione tipica italiana (con vicinanze alla musica napoletana) ma la abbiamo arrangiata in un modo secondo me sorprendente" - spiega Emanuela Trane - "In alcuni brani, abbiamo messo delle parti pazzesche di basso e di tromba". 

Poi, continua: "La musica è la mia passione più grande, ma è anche la cosa che - a volte - mi provoca più dolore". Per questo motivo, Dolcenera ha alcune valvole di sfogo, primo tra tutti lo sport ("Ho fatto di tutto: tennis, crossfit, nuoto, anelli, corsa", racconta orgogliosa). Altre passioni? "Guardo pochissima TV, ma sono pazza di Focus, DMAX e SuperTennis: sono gli unici canali che guardo". 

A dicembre inizierà una nuova tournée. "Non sarà un tour acustico, anche se chiaramente ci sarà un momento acustico dove mi diverto sul serio". Per poter incontrare personalmente "l'aliena dai tratti umani" (così si è autodefinita la cantante), è già partito un instore tour...

Schermata 2015-09-11 alle 17.21.00


Le date dell'instore tour

11 settembre: Milano (Mondadori, via Marghera 28, ore 18.30)

12 settembre: Vittuone, MI (Il Destriero Shopping Center, ore 17.30)

13 settembre: Mestre, VE (C.C. Auchan Porte di Mestre, ore 17.30)

14 settembre: Brescia (Mondadori, ore 15.00) e Verona (Feltrinelli, ore 18.30)

15 settembre: Padova (Mondadori, ore 18.30)

16 settembre: Villesse, GO (Mediaworld, ore 17.30)

17 settembre: Modena (Mediaworld, ore 17.30)

18 settembre: Varese (Casa del disco, ore 15.00) e Torino (Feltrinelli Stazione, ore 18.30)

21 settembre: Bologna (Mondadori, ore 18.30)

22 settembre: Roma (Discoteca Laziale, ore 17.30)

23 settembre: Napoli (Feltrinelli Stazione, ore 15.00) e Marcianise, CE (Mondadori, ore 18.30)

24 settembre: Bari (Feltrinelli, ore 18.00)

25 settembre: Lecce (Feltrinelli, ore 18.00)

28 settembre: Palermo (Mondadori, ore 18.30)

30 settembre: Genova (Feltrinelli, ore 17.30)

1 ottobre: Firenze (Galleria del Disco, ore 18.00)

© Riproduzione Riservata

Commenti