Ac/Dc
Musica

Ac/Dc : “ 'Rock or Bust' potrebbe essere il nostro ultimo tour”

Parola del frontman Brian Johnson, intervistato dal Morning Sun

Ad aprile del 2014 in molti davano per conclusa l’avventura quarantennale degli Ac/DC per i problemi di salute dello storico chitarrista ritmico Malcolm Young, affetto da demenza in seguito a un ictus, cui è seguito, pochi mesi dopo, l’arrestato per minacce e per possesso di droga del batterista Phil Ruud.

Per nostra fortuna il nuovo album Rock or Bust  ha riacceso l’entusiasmo della band, che da maggio 2015 ha intrapreso un impegnativo e fortunato tour internazionale, che da noi ha fatto tappa ad Imola, davanti a 92.000 fan entusiasti.

Considerando che la band australiana si esibisce in genere a supporto di un nuovo album, c'è il rischio che tra 4-5 anni gli Ac/Dc avranno poche motivazioni e troppi anni sulle spalle per affrontare un nuovo, estenuante tour mondiale.

Una parziale conferma di un possibile ritiro della più importante gruppo rock australiano di sempre è arrivata ieri dal frontman Brian Johnson, intervistato dal Morning Sun. Johnson ha dichiarato: “Ritirarsi è come ogni altra cosa. Un bravo calciatore o un atleta di hockey non si vuole mai ritirare, ma purtroppo arriva quel momento, che non puoi evitare, in cui ti devi far da parte. È quello che sta succedendo adesso a noi: non diciamo mai no, ma non diciamo nemmeno mai al ritiro”.

Riguardo al loro costante successo negli anni, il cantante scozzese ha sottolineato: “Siamo costantemente sorpresi e stupiti del nostro successo. Noi non sappiamo quello che stiamo facendo, a parte dare il 100% sul palco ogni sera e dare tutto quello che abbiamo. Se questo è il segreto del successo, ve lo comunicheremo”.

Non resta che aspettare, sperando che gli Ac/Dc abbiano ancora la voglia e la forza di regalare ai loro milioni di fan micidiali riff di chitarre, ritmica serrata, voce aggressiva e tanta voglia di divertirsi.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti