Le forze dell’ordine sono intervenute con idranti e gas lacrimogeni negli edifici dell’Università di Machakos, a Nairobi, dove gli studenti in protesta hanno occupato locali e incendiato copertoni. All’origine dei disordini c’è un disegno di legge che prevede l’aumento delle tasse universitarie.

 

La reazione dei manifestanti all’intervento della polizia, tuttavia, sarebbe stata ancor più violenta: molti negozi del centro sono stati chiusi e il traffico deviato a causa di barricate e falò. Nel frattempo gli studenti in rivolta bloccato un’autostrada nel Kenya occidentale causando rallentamenti sulla strada che collega la città di Kisumu, sul Lago Vittoria, alla vicina Uganda.


Disordini, seppure di minor intensità rispetto a quelli di Nairobi, sono segnalati dal quotidiano The Standard anche nelle città di Kakamega and Nakuru.

[Misna ]

Le foto di Dai Kurokawa.

© Riproduzione Riservata

Commenti