Da Tehran a Kathmandu passando per la ricca Abu Dhabi, tutto il mondo musulmano (e tutti i musulmani sparsi nel mondo) festeggia la fine del Ramadan. Si festeggia e si prega ovunque, nelle moschee e nelle piazze. In gruppo o in solitudine. Uomini, donne, vecchi, bambini. Tutti sono coinvolti nell'Eid al-Fitr. Dopo un mese di digiuno si banchetta e si dona cibo ai più poveri. Si fanno acquisti nelle bancarelle, ci si abbraccia nei luoghi di preghiera, ci si tatua con l'hennè. Apparentemente è festa grande, anche se in molte aeree del Medio Oriente e del Nord Africa (Egitto in primis), resta alta la tensione.

© Riproduzione Riservata

Commenti