Il giovane fotografo londinese Jack Somerville ha trascorso un lungo periodo con il popolo San - conosciuto anche come khwe, basarwa o boscimane (bushmen in inglese) - per raccontarne lo stile di vita e il rapporto con gli animali selvatici e l'ambiente. Tra i popoli più antichi sulla Terra, i boscimani vivono tra Botswana, Namibia, Angola, Zambia, Zimbabwe e Sudafrica, e sono ancora oggi cacciatori-raccoglitori: sopravvivono principalmente di caccia e di frutti, bacche e radici. Uno stile di vita che si tramanda da millenni insieme a un profondo rispetto per l'ambiente, per la cui conservazione sono impegnati nella loro vita quotidiana.

In questi scatti di Somerville vediamo due cacciatori boscimani ritratti completamente a loro agio accanto a un grosso ghepardo, che a sua volta si avvicina senza timori, come fosse un grosso gatto domestico. Siamo nella Riserva naturale di Naankuse, nella Namibia centrale, dove i due uomini sono sulle tracce di un facocero. Il ghepardo è un maschio adulto di nome Aiko, nato libero e non addomesticato, che vive nella riserva da quando, ancora cucciolo, venne salvato insieme a tre dei suoi fratelli dalle trappole tese da un contadino a salvaguardia del proprio bestiame. Quello immortalato da Somerville non era il primo incontro tra i cacciatori e Aiko, che si sono conosciuti un po' alla volta.  



© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Piccoli arcieri per la pace in Kenya

Il tiro con l'arco insegnato ai bambini: nel reportage di Dai Kurokawa, un progetto educativo per superare le faide tribali che insanguinano la regione

Commenti