La mostra "Women in Bali", curata da Gigliola Foschi, è un progetto fotografico tra arte e reportage, un viaggio per immagini nel cuore di Bali e un omaggio all’energia di tutte le donne che vi abitano. Bruna Rotunno racconta l’universo femminile e la potenza creatrice della natura, nell’isola dove l’acqua è ancora venerata come sacra origine della vita e come elemento di purificazione.

Le date

"Woman in Bali" è aperta al pubblico dal 22 Luglioal 10 Settembre 2017 nei seguenti giorni e orari:

  • da martedì a venerdì dalle 10.00 ale 18.00
  • sabato e domenica dalle 11.00 alle 19.00
  • lunedì chiuso

Dove

Ad aprire le porte alla mostra, il MAO Museo d’Arte Orientale di Torino, in Via San Domenico 11

Perchè è interessante

Il percorso espositivo è composto da 80 fotografie e da uno short movie su Bali, The Island of Healing. In questo lavoro, durato 8 anni, Bruna Rotunno ha costruito un racconto per immagini, dove ogni gesto e ogni personaggio traducono l’essenza di un luogo unico, caratterizzato da una costante armonia. Partendo dalla mitologia balinese, fondata sul culto dell’acqua, nelle fotografie viene mostrato il fluire del lato femminile dell’isola, a cui si lega il sacro, il rito, la creatività, l’arte, la musica e la danza, raccontati attraverso i gesti quotidiani delle donne balinesi e delle tante donne straniere che, attratte dalla bellezza e dalla spiritualità dell’isola, hanno deciso di stabilirvisi per creare una nuova comunità femminile e sviluppare progetti di natura etica, sociale, artistica ed educativa, spesso all’insegna dell’eco-femminismo e della sostenibilità

Bruna Rotunno, attività e riconoscimenti

Sempre in viaggio tra l’Europa e l’Asia, l'attività artistica di Bruna Rotunno - nota per i suoi ritratti e paesaggi - include  fotografia e video e la sua produzione si sviluppa anche in progetti di ampio respiro, basati su narrazioni in cui la sensibilità visiva si coniuga con l’immediatezza del reportage. I suoi lavori sono stati pubblicati su riviste importanti ( da Vogue a Muse passando per Shon e Twill) e tra i riconoscimenti ottenuti, la menzione d’onore al Tokyo International Foto Awards (2016) e il Silver Award al Prix de la Photographie di Parigi (2016).


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti