farmacia
Soldi

Concorrenza, ecco tutte le novità

Al via misure che vanno dalla maggiore facilità per il cambio di operatore telefonico al calo dei costi per l’utilizzo dei call center delle banche

È un menù ricco e variegato quello riguardante i provvedimenti sulla concorrenza che da domani diventeranno operativi. O meglio, alcuni di essi lo saranno immediatamente, altri invece avranno bisogno di alcuni regolamenti attuativi che dovrebbero arrivare nei prossimi mesi. Si tratta di novità che riguarderanno da una parte direttamente i consumatori, con misure che faciliteranno ad esempio il cambio di operatore telefonico oppure renderanno più trasparente il rapporto con banche e assicurazioni.

Dall’altra si tratta di norme che in prima battuta incideranno sull’operatività di alcune categorie di professionisti, con benefici che però nel tempo dovrebbero ripercuotersi anche sugli utenti. Ma vediamo nel dettaglio le novità più importanti di questo nuovo pacchetto di misure sulla concorrenza.

Le novità per i consumatori

Con le nuove disposizioni, innanzitutto, le spese relative al recesso o al trasferimento di un’utenza telefonica ad altro operatore dovranno essere commisurate al valore del contratto, che non potrà avere una durata superiore ai 24 mesi. Tra l’altro le spese in questione dovranno essere comunicate al consumatore prima della sottoscrizione del contratto. La legge imporrà inoltre che le regole di recesso dovranno essere semplici, attuabili sempre online e dovranno seguire le medesime forme utilizzabili al momento dell’attivazione.

Come accennato, ci sono novità anche per banche, assicurazioni e società di carte di credito che dovranno consentire l’accesso ai propri call center, ovvero all’assistenza clienti, anche attraverso chiamate da telefono mobile con costi non superiori rispetto alla tariffa ordinaria urbana. In tema di turismo poi via libera alla norma che rende nullo ogni patto con il quale un hotel si obbliga a non praticare alla clientela finale prezzi migliorativi rispetto a quelli praticati dalla stessa impresa per il tramite di soggetti terzi tipo Trivago o Booking.com.

Infine, tra i provvedimenti che avranno bisogno, come ricordato, di regolamenti attuativi da predisporre nei prossimi mesi, ci sono quelli relativi alle scatole nere sulle automobili, e dunque ai costi delle polizze assicurative, e quelli inerenti la previdenza complementare e la percentuale minima di Tfr da destinare a questo tipo di copertura previdenziale.

Novità per i professionisti

Tra le misure a favore dei professionisti che meritano indubbiamente di essere citate, ci sono innanzitutto quelle che riguardano gli avvocati, che potranno finalmente costituire delle società professionali, con soci avvocati ma anche di altre professioni, per una quota di almeno i due terzi della compagine. Un provvedimento questo che si spera possa anche portare al contenimento degli onorari e dunque a benefici in capo a tutti i cittadini.

Novità poi anche per i notai, il cui numero sarà incrementato da uno ogni 7mila a uno ogni 5mila abitanti, e per i farmacisti, per i quali la legge consentirà ora l’ingresso di società di capitale nella proprietà di una farmacia privata ed eliminerà il limite delle quattro licenze, attualmente previsto, in capo a una stessa società. Misure anche queste che, nelle intenzioni del legislatore, aumentando la concorrenza dovrebbero nel tempo produrre risparmi di spesa per i consumatori finali. Staremo a vedere.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti