Aziende

Storia di un imprenditore in attesa di credito

Corrado Nela scrive il diario del recupero di 15 milioni di euro di crediti che la sua società energetica, Exergia, vanta nei confronti della pubblica amministrazione

L'imprenditore Corrado Nela titolare di Exergia (Credits : Roberto Caccuri/Contrasto)

Sono ben 36 i passaggi burocratici che un'impresa deve sostenere per poter accedere al fondo di 40 miliardi messo in campo dal Governo per il pagamento dei suoi debiti, che però sono stimati in 100 miliardi. Una gimkana tra bolli, autorizzazioni e certificazioni che rende difficilissimo, dispendioso e complicato per un'azienda incassare il credito. A queste procedure devono sottostare le migliaia di imprese che hanno fornito allo Stato prestazioni mai pagate. Tra queste c'è anche la Exergia di Corrado Nela , che qui tiene un diario quotidiano.

L'azienda di Gallarate (Varese) fornisce energia a società private e soprattutto pubbliche.

Qui, giorno per giorno, ci racconta i salti mortali ai quali è costretto per ottenere il semplice pagamento degli oltre 15 milioni di euro di fatture che non sono mai state onorate.

IL DEBITO
15.981.461,045 euro: sono i crediti che la Exergia vanta nei confronti delle amministrazioni pubbliche.

-----------

16 maggio
In seguito al nostro sollecito di pagamento datato 08.04.2013 riguardante alcune partite ad oggi ancora aperte risalenti ai mesi di novembre/dicembre dell’anno 2011 e febbraio/marzo/aprile dell’anno 2013, la Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici di Venezia e Laguna ci comunica che il pagamento non potrà avvenire fino alla ricezione di stanziamenti da parte del Ministero per l’esercizio 2013. Il motivo? Ovviamente non ci sono i soldi.

21 maggio
Il comune di Apricale nonostante ripetuti solleciti nel corso di anni (2012-2013) e nonostante la disponibilità di Exergia nel trovare una soluzione per il pagamento di quanto dovuto ad oggi ha sempre trovato motivazioni per procrastinare i pagamenti nonostante l’impegno sottoscritto da parte di Exergia di rinunciare all’applicazione di  interessi di mora. Ad oggi il debito ammonta ad Euro 67.000 circa costituito da documenti scaduti durante gli anni 2008-2011-2012-2013.

22 maggio
in seguito al sollecito datato 17.05.2013 l’ufficio della motorizzazione civile di Rimini ci comunica che provvederà al pagamento di quanto dovuto (oltre 8.000 Euro) , relativo a fatture scadute tra dicembre 2012 e aprile 2013 non appena il Superiore ministero provvederà alla liquidazione dei fondi richiesti.

23 maggio
In seguito all’ultimo sollecito inviato in data 20.05.2013 , l’Ufficio della motorizzazione civile di Vercelli comunica che il pagamento di quanto dovuto (oltre 8.000 Euro relativo a fatture scadute a Gennaio-febbraio-Marzo-Aprile 2013) verrà corrisposto solo dopo aver ricevuto i fondi necessari dal Superiore Ministero. Ci invitano inoltre a non effettuare la sospensione delle fornitura in quanto ciò comporterebbe un’interruzione di pubblico servizio.

24 maggio
In seguito all’invio dell’ultimo sollecito di pagamento e avviso di sospensione della fornitura,del 02/05/2013, relativo a fatture datate 2008-2009-2010-2011-2012-2013 inviato al MI.P.A.A.F. Corpo Forestale dello Stato, Ufficio per la Biodiversità, poiché ad oggi non è pervenuto alcun riscontro ufficiale ed essendo decorsi i termini previsti dalla delibera, abbiamo provveduto ad attivare la procedura di sospensione per morosità.
Ciò ha comportato una riduzione della capacità dei contatori scatenando le reazioni di tutte le diverse sedi. La situazione aggiornata vede un saldo debitorio di oltre 54.000,00 Euro.

27 maggio
In seguito al sollecito inviato il 22.04.2013 e ricevuto il 7° Reggimento Alpini segnala in data 09.05.2013 che provvederà al pagamento di quanto dovuto (oltre 50.000 Euro) non appena perverranno i fondi a loro destinati dal ministero. 

28 maggio
In seguito all’ultimo sollecito di pagamento datato 08/04/2013 il cliente 2° Reparto Mobile Polizia di Stato Padova, ci ha comunicato che la morosità è causata dal mancato accreditamento dei fondi sul pertinente capitolo di bilancio da parte del Ministero dell’Interno che li riceve , a sua volta , dal Ministero dell’economia e Finanze. Rammenta inoltre che sia la Polizia di Stato che la prefettura di Padova non hanno un’autonoma disponibilità di fondi. Ad oggi il debito maturato ammonta a circa 72.000 Euro. 

29 maggio
Nonostante solleciti durante gli anni (novembre 2011 – gennaio 2013) a oggi la posizione della Questura di Padova vede un debito di oltre 121.000 Euro relativo a fatture scadute negli anni 2009-2010-2011-2013. In seguito all’ultimo sollecito datato 17.05.2013 la Questura ci comunica che i pagamenti verranno effettuati in seguito alla ricezione dei fondi da parte del Ministero. Ci invita infine a non provvedere alla sospensione del servizio in quanto la fornitura destinata ad un pubblico servizio trattandosi di uffici e reparti della Polizia di Stato.

30 maggio
il Ministero dei trasporti di Bologna in seguito ai diversi solleciti mail datati marzo e maggio 2013 ci ha comunicato che è in attesa di ricevere i fondi per poter liquidare le fatture 2012 ancora insolute senza però menzionare i tempi con cui verranno saldate le fatture scadute nei primi mesi dell’anno corrente emesse per i relativi consumi. Ad oggi la situazione vede un saldo debitorio superiore ai 41.000,00 Euro.

31 maggio
L’8° Reggimento Genio Guastatori “Folgore” , in seguito alla ricezione del sollecito di pagamento datato 10.05.2013 ci comunica che è in attesa dei fondi da parte delle Autorità Superiori pertanto non provvederà al pagamento. Ad oggi il debito ammonta ad oltre 2.000,00 Euro per fatture risalenti agli anni 2009-2010-2012 in aggiunta a quelle emesse nell’anno corrente.

3 giugno
In seguito al sollecito di pagamento inviato al Comando Militare Base Logistico Militare Marittima di Cervia il Comando Militare Della Capitale ci comunica che a causa del passaggio amministrativo dal Comando Emilia Romagna al Comando Della Capitale vi è un ritardo nell’assegnazione dei fondi destinati al capitolo di spesa in questione. Il tutto però senza comunicare tempi e modalità di pagamento per le fatture scadute nei mesi di Febbraio-Marzo-Aprile e Maggio dell’anno corrente. Ad oggi il debito ammonta ad oltre 2.500 euro.

4 giugno
Il parco Materiali Motorizzazione e Genio di Peschiera Del Garda ci comunica in risposta al sollecito di pagamento datato 14.05.2013 che attualmente è impossibilitato a liquidare quanto dovuto per mancanza di copertura finanziaria. Comunicano di essere in attesa di ricevere dalle Superiori Autorità i fondi necessari già costantemente sollecitati. Ad oggi il saldo debitorio ammonta ad oltre 45.000 Euro, per fatture scadute negli ultimi mesi dell’anno 2012 (documenti peraltro già sollecitati con raccomandata datata 23/11/2012) e nei mesi di Febbraio-Marzo-Aprile-Maggio dell’anno corrente.

7 giugno
L’I.N.P.S. ci ha contattati per segnalare che il pagamento delle fatture relative al contatore di Via Tirana 21 a Padova non è di loro competenza in quanto l’immobile risulta venduto dal 22/07/2010. Ci restituiscono la fattura senza comunicarci alcuna informazione relativa alla vendita dell’immobile e senza fornire alcuna documentazione necessaria alla voltura dell’utenza. Ad oggi l’utenza risulta ancora fornita con un prelievo di energia ma nessuno si preoccupa di saldare le relative fatture. Al fine di poter recuperare quanto dovuto dovranno essere attivate dispendiose ricerche senza la garanzia di riuscire ad individuare l’utilizzatore attuale del servizio.

10 giugno
In seguito all’ultimo sollecito di pagamento datato 22.05.2013, preceduto da quello datato 23.11.2012, la Direzione Del Genio Militare di Ancona ci comunica che per le fatture che ad oggi risultano ancora da saldare sono in attesa di ricevere i fondi dal Ministero della Difesa. Ad oggi l’esposizione ammonta ad oltre 4.300 Euro.

13 giugno
In seguito al sollecito di pagamento datato 16.04.2013 la Motorizzazione Civile di Verona ci comunica di aver trasmesso l’elenco delle partite debitorie all’ufficio periferico competente (Centro prove Autoveicoli di Verona) ed in seguito ai controlli sulla situazione evidenziata provvederà ad effettuare i relativi pagamenti solo dopo che verranno resi disponibili i relativi fondi dal Superiore Ministero. Ad oggi il debito maturato ammonta ad oltre 11.000 euro relativi a fatture datate dicembre 2012, aprile e maggio 2013.

14 giugno
La Polizia di Stato, settore Polizia di Frontiera, in seguito al sollecito di pagamento ricevuto in data 21.05.2013 (ultimo di altri due inviati rispettivamente il 15.06.2011 e 20.11.2012) ci comunica che provvederà al pagamento di quanto dovuto quando il Superiore Ministero dell'Interno provvederà a rendere disponibili i fondi sul relativo capitolo di spesa. Ad oggi la situazione vede un saldo debitorio pari ad Euro 29.462,43 costituito da fatture scadute negli anni 2012-2013. Ci intimano inoltre di non provvedere alla sospensione del servizio in quanto ciò determinerebbe gravi pregiudizi al regolare svolgimento delle attività istituzionali dell'Ente.

17 giugno
il 1° Reggimento Nizza Cavalleria di Pinerolo in seguito al sollecito di pagamento del 31.05.2013 ci comunica che le fatture scadute non risultano ancora regolarizzate in quanto in attesa dei finanziamenti sul pertinente
capitolo di spesa da parte delle Autorità competenti. Il saldo debitorio supera i 96.000 Euro ed è composto da documenti scaduti nell'anno 2012 e nei primi 6 mesi dell'anno corrente.

18 giugno
La Casa Circondariale di Rimini in seguito al sollecito di pagamento ricevuto, datato 27.05.2013, ci ha comunicato che provvederà a saldare quanto dovuto non appena perverranno i fondi destinati a tale capitolo di
spesa. Il saldo debitorio odierno ammonta ad oltre 125.000 Euro dato da fatture scadute negli ultimi mesi dell'anno 2012 e nei primi 6 mesi dell'anno corrente.

19 giugno
In seguito al sollecito di pagamento del 30.05.2013 (ultimo di una serie 15.03.2012 - 23.11.2012) il Comando dei Vigili del Fuoco di Imperia ci comunica che i documenti risultano insoluti per mancanza fondi. Ci comunica che i pagamenti verranno effettuati compatibilmente con le disponibilità di cassa fornita dal Ministero dell'Interno. Ci avvertono infine delle conseguenze di un'eventuale interruzione del servizio. Ad oggi la situazione debitoria ammonta ad oltre 129.500,00 Euro.

20 giugno
in seguito ai solleciti di pagamento datati 23.11.2012 e 30.05.2013 la Scuola Navale Francesco Morosini ci comunica che il mancato pagamento è causato dalla mancanza di fondi sul relativo capitolo di spesa. Ci comunica che il saldo verrà effettuato solo in seguito alla ricezione dei fondi richiesti al Superiore Ministero, senza però dettare alcuna tempistica. Il debito ad oggi ammonta ad oltre 127.700,00 Euro

24 giugno
In seguito ai solleciti di pagamento datati 10.04.2013 e 31.05.2013 il 32° Reggimento Trasmissioni di Padova ci comunica che per alcune fatture insolute è in corso la procedura di pagamento, ma senza indicare le modalità e le tempistiche, mentre per altre fatture il pagamento verrà effettuato solo successivamente all'accredito dei finanziamenti relativi a tale capitolo di spesa. Ad oggi il saldo debitorio ammonta ad oltre 89.000,00 euro.

25 giugno
In seguito al sollecito di pagamento del 16.05.2013 la Prefettura di Genova ci comunica di aver già segnalato al Ministero dell'Interno la situazione debitoria complessiva.
Tuttavia al fine di poter onorare il debito resta in attesa della disponibilità dei fondi necessari; ad oggi il debito complessivo ammonta ad oltre 5.300 Euro relativi a 5 mesi di consumo dell'anno corrente.

26 giugno
La Prefettura di Vicenza in seguito al sollecito di pagamento del 30.05.2013 ci comunica che le fatture relative al consumo di energia elettrica per l'anno 2013 verranno saldate non appena perverranno loro i
fondi dal Ministero. Non indicano invece le tempistiche per il saldo delle fatture relative all'anno 2012. La situazione odierna vede un saldo debitorio pari ad oltre 66.000 Euro.

27 giugno
La Legione Carabinieri Friuli Venezia Giulia in seguito all'ultimo sollecito di pagamento datato 06.06.2013 non ha dato alcun riscontro in merito alla situazione debitoria che ad oggi risulta superiore ad Euro
11.000,00. Ad oggi restano quindi ancora non saldate le fatture relative ai primi 5 mesi dell'anno corrente in aggiunta ad alcuni documenti relativi al 2012.

1 luglio
In seguito al sollecito di pagamento datato 06.02.2013 la Scuola Allievi Agenti di Piacenza aveva inoltrato tale comunicazione direttamente alla Prefettura di Piacenza in data 21.02.2013. "In data 28.06.2013 la Prefettura ha dato riscontro alla Scuola Allievi e ad Exergia indicando che entro settembre verranno saldate alcune delle fatture sollecitate per un totale di circa 5.000 Euro mentre per quanto riguarda una fattura (delle due insolute, una delle quali scaduta in data 21.06.2013) datata gennaio 2013 si rimanda alle decisioni delle Amministrazioni Centrali". Ad oggi resta un debito di oltre 41.000 Euro.

2 luglio
Il Comando 132a Brigata Corazzata Ariete, in seguito al sollecito di pagamento del 08.05.2013 conferma la situazione debitoria giustificandola dalla momentanea carenza di assegnazione fondi relativi a tale capitolo di spesa. Comunica di aver già provveduto a segnalare la situazione alle Superiori Autorità al fine di avere la copertura finanziaria necessaria. Ad oggi il debito ammonta ad oltre 35.700 Euro.

3 luglio
In seguito al sollecito di pagamento datato 05.06.2013 il Reparto Tecnico della Guardia Di Finanza di Torino ci comunica che il mancato pagamento delle fatture è causato dalla momentanea mancanza di fondi sul relativo capitolo di spesa. Sottolinea di aver già informato della situazione il Comando Generale del Corpo e non appena perverranno tali fondi,verranno eseguiti i relativi pagamenti. Ad oggi il saldo debitorio ammonta ad oltre 5.700 Euro.

4 luglio
In seguito ai solleciti di pagamento datati 29.03.2013 e 31.05.2013 il 3° Centro Rifornimenti e Mantenimento di Goito del Comando Logistico Nord ci comunica che sono state interessate le Superiori Autorità per l'assegnazione dei necessari volumi finanziari per il saldo delle fatture scadute. Tali documenti verranno saldati compatibilmente con le assegnazioni che saranno erogate. Ad oggi la posizione debitoria ammonta ad oltre 34.000 Euro.

5 luglio
Ad aggiornamento della segnalazione pubblicata in data 22.05.2013,in data 03.07.2013 la Motorizzazione Civile di Rimini ci comunica di aver provveduto al pagamento di alcune fatture; inoltre segnala che altri 2 documenti verranno presumibilmente saldati tra la fine del mese corrente e i primi di agosto. Per quanto riguarda invece i documenti restanti ci comunica che non sono stati ancora assegnati i fondi per il relativo capitolo di spesa pertanto non possono essere saldati. Resta quindi una situazione debitoria di oltre 5.000 Euro.

8 luglio
Il museo Storico Militare, Distaccamento Brigata di Cavalleria riscontrando il sollecito di pagamento datato 30.04.2013, ci comunica di aver già segnalato agli Organi Competenti le esigenze finanziarie necessarie per soddisfare le nostre pretese creditorie ma ad oggi tale richiesta è rimasta inevasa. Ci comunica inoltre che l'eventuale interruzione del servizio comporterebbe un'interruzione di pubblico servizio. Ad oggi la situazione debitoria ammonta ad oltre 4.000 Euro.

9 luglio
Il Ministero dei Trasporti di Torino, in seguito al sollecito di pagamento effettuato in data 28.06.2013 ci comunica che "salvo buon fine" dovrebbero essere accreditati a breve circa 12.000 Euro; inoltre la fattura con scadenza 07.07.2013 verrà saldata presumibilmente entro il mese corrente mentre per quanto riguarda il debito rimanente verrà saldato in seguito all'assegnazione dei fondi sul relativo capitolo di spesa senza indicare i tempi. Ad oggi il debito ammonta ad oltre 21.000 Euro.

10 luglio
Il Comando 15° Stormo dell'Aeronautica Militare di Cervia riscontrando il ns sollecito di pagamento del 26.06.2013 ci comunica che il debito ad oggi maturato è da imputarsi ai ritardi nelle assegnazioni dei fondi da parte dei sovraordinati organi centrali. Ad oggi pertanto non è possibile prospettare i tempi in cui verranno effettuati tali pagamenti. Il debito maturato ammonta ad oltre 366.500 Euro derivanti da fatture
scadute durante gli anni 2011 e 2013.

12 luglio
L'Ufficio della Motorizzazione Civile di Forlì-Cesena, riscontrando il nostro sollecito di pagamento del 10.05.2013 ci comunica che verranno presumibilmente saldati documenti per un totale di circa 3.500 Euro entro la fine del mese corrente. Ad oggi però il saldo debitorio ammonta ad oltre 20.000 Euro

17 luglio
In seguito all'ultimo sollecito effettuato l'Ufficio della Motorizzazione Civile di Ferrara comunica che la fattura emessa e scaduta nel mese di Dicembre 2012 verrà presumibilmente saldata entro il 31.07.2013. In merito alle fatture relative ai primi sei mesi dell'anno corrente non hanno accennato alle possibile tempistiche di pagamento. Ad oggi il saldo debitorio ammonta ad oltre 9.500 Euro.

19 luglio
In seguito al sollecito di pagamento del 30.05.2013 rimasto ad oggi privo di riscontro, la Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo di Genova,Autocentro di Polizia di Genova, ha maturato un debito complessivo di oltre 25.000 Euro. Inoltre si segnala che non è possibile azionare ulteriori procedure di recupero in quanto i punti di prelievo del cliente risultano tutti esenti dalla sospensione del servizio per morosità.

23 luglio
In seguito al sollecito di pagamento datato 21.06.2013 la Prefettura del Governo, Ufficio del Verbano Cusio Ossola ci comunica che ha provveduto ad informare le relative caserme della Polizia di Stato mentre per quanto riguarda i sospesi relativi alle utenze di competenza della Prefettura, verranno saldati non appena il Ministero dell'Interno disporrà il necessario ordine di accreditamento. Ad oggi il saldo debitorio ammonta ad oltre 42.000 Euro.

25 luglio
In seguito alla segnalazione già effettuata in data 05.06.2013 e successivamente all'ultimo sollecito del 23.07.2013, l'Ufficio della Motorizzazione Civile di Parma ci comunica che ad oggi è ancora in attesa di ricevere i fondi da parte del Superiore Ministero. Gli stessi dovrebbero pervenire a breve. Ad oggi però la situazione debitoria ammonta ad oltre 7.000 Euro.

2 agosto
La prefettura di Venezia, relativamente al ns. sollecito di pagamento del 10.07.2013, inviato al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Ufficio Motorizzazione Civile di Venezia - Mestre, ci comunica che non sarebbe giustificabile l'interruzione del servizio di fornitura per motivi legati alla morosità, in quanto comporterebbe un grave e irreparabile pregiudizio all'attività amministrativa dello stesso. Pur riconoscendo la legittimità delle ns. richieste non comunica i tempi per il pagamento di quanto ad oggi dovuto relativamente alla fornitura di energia elettrica per i mesi di Marzo-Aprile-Maggio-Giugno dell'anno corrente. Il debito complessivo ammonta ad oltre 22.000 Euro.

7 agosto
ll Ministero dei Trasporti di Bologna (già oggetto di segnalazione in data 13/06/2013), in seguito al sollecito di pagamento del 09.07.2013 ci comunica di aver già segnalato il tutto alle Sedi Superiori e di essere ancora in attesa dell'assegnazione dei fondi. Segnala inoltre di non aver altra facoltà se non attendere la specifica assegnazione da parte dell'Amministrazione Centrale ed esclude qualsiasi altra procedura d'urgenza in quanto non in possesso di risorse finanziarie preventive. Ad oggi il saldo debitorio ammonta ad oltre 36.000 Euro.

8 agosto
In seguito al sollecito di pagamento datato 24/07/2013, l'ufficio della Prefettura di Belluno ci comunica che provvederà al saldo di quanto ad oggi dovuto in seguito alla ricezione del relativo accreditamento sui capitoli di bilancio. Ci ammonisce inoltre in merito all'eventuale sospensione del servizio in quanto ciò comporterebbe un'interruzione nello svolgimento dei compiti dell'Ente che hanno carattere di pubblica utilità. La situazione debitoria vede un saldo pari ad oltre 8.000 Euro derivante dai documenti relativi alla fornitura dei primi 7 mesi del corrente anno.

9 agosto
La Prefettura di Genova (già oggetto di segnalazione il 25/06/2013), in seguito al sollecito di pagamento del 25/07/2013 ci comunica di aver già segnalato al Ministero dell'Interno la situazione debitoria al fine di ricevere i relativi accreditamenti. Ad oggi la situazione debitoria ammonta ad oltre 7.000 Euro relativi ai primi 7 mesi dell'anno in corso.

12 agosto
La Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Udine, settore Polizia di Frontiera (già oggetto di segnalazione in data 14/06/2013), in seguito all'ultimo sollecito ricevuto, datato 30/07/2013 , segnala la mancanza di alcuni documenti prontamente inviati (per i quali non specificano le tempistiche di pagamento); inoltre per quanto riguarda le fatture emesse nel 2013 comunica che ad oggi il Ministero dell'Interno non ha reso disponibili i fondi sul relativo capitolo di spesa, pertanto verranno liquidati solo successivamente. Ad oggi la posizione vede un saldo debitorio di oltre 40.000 Euro. Ci intimano inoltre di non provvedere alla sospensione del servizio in quanto ciò determinerebbe gravi pregiudizi al regolare svolgimento delle attività istituzionali dell'Ente.

13 agosto
La Questura di Bolzano in seguito al sollecito di pagamento del 25/07/2013 , ci comunica di aver effettuato un saldo parziale della posizione per quanto riguarda le partite relative all'anno 2012 ancora insolute (pagamento ad oggi non ancora pervenuto). Comunica altresì che i documenti relativi all'anno corrente non possono essere saldati per mancanza fondi; assicura di aver già richiesto tali stanziamenti al Ministero dell'Interno e non appena pervenuti provvederà al saldo di quanto dovuto. In attesa di ricevere il bonifico dichiarato ad oggi il saldo debitorio ammonta ad oltre 146.000 Euro.

14 agosto
In seguito al sollecito di pagamento del 30.07.2013 l'Uffico della Motorizzazione Civile di Parma (già oggetto di segnalazione in data 25/07/2013 e 13/06/2013) ci comunica che il mancato pagamento è da imputarsi alla generale mancanza di fondi a disposizione dell'Ufficio che è alimentato direttamente dalla Sede Centrale del Dipartimento. Ad oggi la situazione debitoria ammonta ad oltre 10.500 Euro.

19 agosto
La prefettura di Modena in seguito al sollecito datato 23/05/2013 ci comunica che il Ministero dell'Interno ha reso nota l'avvenuta assegnazione degli stanziamenti che dovrebbero presumibilmente portare al pagamento delle partite relative all'anno 2012, entro la fine del mese di settembre. Nulla viene comunicato in merito al pagamento delle fatture emesse nell'anno corrente. Ad oggi la situazione debitoria complessiva ammonta ad oltre 97.900 Euro"

20 agosto
Il Comando dei Vigili del Fuoco di Cuneo, in seguito al sollecito di pagamento del 24.07.2013, a fronte di un saldo debitorio per oltre 108.000 Euro, ci comunica che effettuerà il saldo di un acconto di circa 7.000 Euro presumibilmente entro il 31/12/2013. Nulla enuncia in merito al saldo della rimanenza.

2 settembre
In seguito al sollecito di pagamento del 06.09.2013, l'Ufficio della motorizzazione civile di Parma (già oggetto di segnalazione il 25.07.2013 e il 13.08.2013) ci comunica che il ritardo nei pagamenti è da imputarsi alla generale mancanza di fondi a disposizione dell'Ufficio, alimentati direttamente dalla Sede Centrale del Dipartimento. Comunica infine che il pagamento avverrà entro la fine del mese corrente. Ad oggi la posizione debitoria ammonta ad oltre 12.900,00 Euro.
3 settembre
L'ufficio della motorizzazione civile di Rimini, in seguito al sollecito di pagamento datato 30.07.2013 ci comunica che il ritardato pagamento delle fatture non è imputabile all'ufficio ma alla tardiva assegnazione di fondi da parte del Superiore Ministero. Comunica che il saldo verrà effettuato non appena in possesso della necessaria disponibilità finanziaria. Ad oggi il saldo debitorio ammonta ad oltre 10.000 Euro.

4 settembre
Il Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, Direzione Scuola di Formazione ed Aggiornamento del Corpo di Polizia di Parma, in seguito al sollecito di pagamento del 30.07.2013 ci comunica che il pagamento delle fatture relative all'anno 2013 verrà effettuato in seguito all'assegnazione del budget da parte dell'Ente superiore. Ad oggi la posizione debitoria vede un saldo complessivo pari ad oltre 30.000 Euro

23 settembre
In seguito al sollecito di pagamento del 31.07.2013 il Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, Scupola di Formazione ed Aggiornamento del Corpo di Polizia e del Personale dell'Amministrazione Penitenziaria di Verbania, ci comunica che i fondi a disposizione nel mese di Luglio 2013 non hanno permesso il pagamento delle fatture; tali documenti verranno presumibilmente saldati entro il mese di Settembre. Ad oggi il saldo debitorio ammonta ad oltre 17.000,00 Euro

24 settembre
Il Centro Prova Autoveicoli di Torino, in seguito al sollecito di pagamento del 02.09.2013 ci comunica che provvedrà al saldo di una delle fatture insolute entro il 20.09.2013 in quanto perverranno alcuni fondi; nulla comunica in merito al saldo delle restanti fatture. Ad oggi la posizione debitoria vede un saldo di oltre 10.300,00 Euro.

30 settembre
Il Comune di Rapallo in seguito al sollecito di pagamento del 06.09.2013, riconosce il mancato pagamento di alcune fatture relative all'ultimo trimestre dell'anno 2012; per tali documenti risulta in corso l'iter procedurale che porterà al pagamento delle stesse. Il Comune ci comunica che le utenze fornite dal ns. servizio occorrono per compiti istituzionali essenziali , pertanto la sospensione dell'erogazione comporterebbe un'interruzione di Pubblico Servizio. Ad oggi il debito complessivo ammonta ad oltre 4.600,00 Euro.

10 Ottobre
Il Ministero dei Trasporti, Ufficio della Motorizzazione Civile di Ferrara (già oggetto di segnalazione il 17.07.2013), in seguito al sollecito di pagamento del 01.08.2013, ci comunica che avrebbe provveduto al saldo parziale dell'insoluto entro il mese di settembre. Ad oggi nulla risultaancora pervenuto. Ci comunica inoltre che l'ufficio assicura la massima celerità per gli adempimenti di propria competenza,ma i tempi e le procedure della contabilità di Stato rallentano l'accreditamento delle somme dovute. Infine ci esortano a non effettuare la sospensione del servizio in quanto ciò bloccherebbe lo svolgimento della missione istituzionale. Ad oggi la posizione debitoria ammonta ad oltre 5.900,00 Euro.

14 Ottobre
La Base Logistico Addestrativa di Tarvisio, in seguito al sollecito di pagamento a mezzo mail del 11.10.2013 ci comunica che per alcune fatture sono in attesa di ricevere i finanziamenti per il loro pagamento; per altri documenti invece, il pagamento sarà effettuato al più presto. Ad oggi però persiste una situazione debitoria per oltre 20.000 Euro.

17 Ottobre
Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Direzione regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte (già oggetto di segnalazione il 15.07.2013), in seguito al sollecito di pagamento del 08.10.2013 ci comunica che alcuni pagamenti sono stati effettuati e altri sono in fase di approvazione. Il saldo residuo da saldare ad oggi, considerati i pagamenti sopra citati, ammonta però ad oltre 160.000 Euro. In merito a tale debito l'Ente non comunica in quali tempistiche andrà ad effettuare il saldo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti