Lavoro

Lavoro e tecnologie, quando selezione e colloqui sono gestiti dai computer

I siti che aiutano a fare una buona impressione sui software

lavoro-CV

– Credits: Justin Sullivan/Getty Images

Le aziende più importanti ricevono ogni giorno centinaia di curriculum di candidati desiderosi di essere assunti. Difficile, se non impossibile che chi si occupa di assunzioni possa farne una cernita approfondita: per questo, esistono software informatici che ne agevolano il compito, preselezionando le persone potenzialmente più adatte ai posti di lavoro disponibili e lasciando alla valutazione di persone in carne ed ossa solamente la scelta finale all'interno di una rosa predefinita.

Lavoro e innovazione

Dal punto di vista di chi cerca lavoro, però, questo genere di innovazioni non rappresenta altro che un ostacolo in più nell'affannosa ricerca di un impiego. Perché oltre a dover impressionare i selezionatori di personale, nel redigere il proprio CV deve anche tener conto delle impostazioni dei programmi di scrematura delle candidature. La prima cosa da fare è rispondere alla sfida informatica con l'informatica stessa, magari utilizzando uno dei tanti programmi che assistono nella compilazione del curriculum, suggerendo le voci giuste da includere e quelle da omettere. Ne esistono parecchi, ma i più popolari sono Standard Resume, Kickresume e Resume Genius.

Come sfruttare i software che scrivono i CV

Una volta impostato correttamente il curriculum, è bene arricchirlo con qualche elemento in più. Ancora una volta, la chiave sono le moderne tecnologie. I portali Jobscan e Resunate offrono infatti la possibilità di comparare quello che c'è scritto nella nostra bozza di curriculum e quello che normalmente chiedono le aziende del settore in cui cerchiamo lavoro.

Ultimo passo, quello di predisporre anche alcune repliche a quelle che potrebbero essere le domande che verranno fatte nell'ipotetico colloquio di lavoro. Anche questo compito può essere svolto con l'ausilio del computer: software come quello disponibile su EsteBot sono pronti a suggerirci le risposte. Anche se un buon reclutatore saprà anche valutare il lato umano di chi deve esaminare e faremmo meglio a non affidarci completamente al nostro computer, che rimane pur sempre una macchina al nostro servizio e non può sostituirci.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti