Lavoro

Disoccupazione a gennaio: qualche luce e molte ombre

In Italia scende dello 0,1 mese su mese. Ma nella media 2014 è al 12,7%, il livello più alto dal 1977. In Europa invece i dati migliorano tutti

Una manifestazione contro la disoccupazione a Napoli – Credits: ANSA/CIRO FUSCO

Il tasso di disoccupazione è sceso di 0,1 punti percentuali a gennaio al 12,6% mentre è rimasto fermo su anno. Il tasso di occupazione è salito invece al 55,8%, +0,1 punti su mese e +0,3 punti su anno. Nella media 2014, invece, il tasso di disoccupazione è stato del 12,7%, il piu' alto dal 1977. Lo comunica l'Istat, segnalando che a gennaio "c'è una conferma del miglioramento già registrato a dicembre, un ulteriore segnale di recupero".

Bene la disoccupazione giovanile passata dal 41,4% di dicembre al 41,2% di gennaio, cioè al minimo dagli ultimi 17 mesi.

Dopo la crescita di dicembre, a gennaio 2015 gli occupati sono 22,320 milioni, sostanzialmente invariati rispetto a dicembre (+11 mila), ma in aumento dello 0,6% su base annua (+131 mila). Il numero di disoccupati, pari a 3,221 milioni, diminuisce dello 0,6% rispetto al mese precedente (-21mila), mentre aumenta dello 0,2% su base annua (+settemila). Il miglioramento del tasso si deve alla componente femminile, ha spiegato l'Istat. Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuisce dello 0,1% rispetto al mese precedente e dell'1,3% rispetto a dodici mesi prima. Il tasso di inattività si attesta al 36%, stabile in termini congiunturali, ma in diminuzione di 0,4 punti su base annua.

I dati in Europa

L'Eurostat fa sapere che a gennaio la disoccupazione nella zona euro è calata all'11,2% rispetto all'11,3% di dicembre. È il tasso più basso registrato da aprile 2012. Nei Paesi dell'area euro è al 9,8% dopo il 9,9% di un mese prima. Un anno prima la disoccupazione era all'11,8% nella zona euro e al 10,6% nella Ue.

A gennaio i disoccupati erano nella Ue 23,815 milioni di cui 18,059 nella zona euro. Rispetto a dicembre il numero dei senza lavoro è sceso di 156 mila unità nella Ue e di 140 mila nella zona euro; rispetto a gennaio 2014 i disoccupati sono calati di 1,820 milioni nella Ue e di 896 mila nella zona euro.

In America

Negli Usa la disoccupazione in gennaio è al 5,7%, dopo il 5,6% a dicembre e in calo di 0,3 punti rispetto al 6% si un anno prima).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti