Arianna Huffington lascia la direzione di Huffington Post, il sito di opinioni sull'attualità fondato nel 2001 e ceduto 5 anni fa ad Aol per ben 315 milioni di dollari (a lei ne sono andati 21) e poi passato di mano (tramite Aol) a Verizon.

Secondo quanto riportato dal Financial Times, la signora Huffington sarebbe già pronta a lanciare come amministratore delegato Thrive Global, start-up nel campo della salute e del benessere per la quale ha già raccolto fondi da parte di diversi investitori.

Il business si concentrerà su corsi di formazione anche online e certificazioni volti a migliorare il benessere degli impiegati all'interno delle aziende. Su questo tema, infatti, la stessa Huffington ha scritto due libri: "Thrive: The Third Metric to Redefining Success and Creating a Life of Well-Being, Wisdom, and Wonder" e "The Sleep Revolution".

La nuova start-up sarà lanciata in novembre, dopo le elezioni americane e conta tra i soci il cofondatore di Huffington Post, Kenneth Lerer e Eric Hippeau l'amministratore delegato del sito. Ci sono poi imprenditori come Sean Parker (fondatore di Napster e primo presidente di Facebook), Mohamed El-Erian (direttore degli investimenti in Pimco-Allianz), Greycroft Partner (fondo di venture capital della Silicon Valley) e Ray Dalio di Bridgewater il più grande hedge fund del mondo.

In realtà Arianna Huffington aveva firmato un anno fa il rinnovo fino al 2019 per la carica di Presidente e Amministratore delegato all'Huffington Post ma, ha spiegato "dovendo occuparmi di Thrive Global non sarei riuscita a fare bene entrambe le cose".

© Riproduzione Riservata

Commenti