Libri

Premio Strega 2012, vince Alessandro Piperno con “Inseparabili”

Una vittoria sul filo del rasoio: Alessandro Piperno si aggiudica il Premio Strega 2012 per soli due voti di differenza

Alessandro Piperno

Un'immagine di Alessandro Piperno, vincitore del Premio Strega 2012 – Credits: OLYCOM / GIOVANNETTI GIOVANNI

Dopo un estenuante testa a testa con Qualcosa di scritto (Ponte alle Grazie) di Emanuele Trevi, Alessandro Piperno vince la sessantaseiesima edizione del Premio Strega con il romanzo Inseparabili (Mondadori), superando al fotofinish lo strafavorito collega per soli due voti.

Piperno ha infatti ottenuto 126 preferenze dagli “Amici della domenica” e dai sessanta lettori forti scelti dalle librerie, ritrovatisi ieri sera all’affollatissimo Ninfeo di Villa Giulia a Roma. Trevi, che è comunque rimasto in vantaggio per tutto il corso della serata, di voti ne ha infine collezionati 124, insufficienti per godersi la “bevutina” da vincitore.

A seguire a poca distanza Gianrico Carofiglio con i 119 voti de Il silenzio dell’onda (Rizzoli), mentre Nel tempo di mezzo di Marcello Fois (Einaudi) ne ha portati a casa 48. La “maglia nera” di questa edizione è quindi andata all’outsider Lorenza Ghinelli e al suo romanzo La colpa (Newton Compton), che ha riscosso appena 16 preferenze.

Piperno, sorseggiando dalla bottiglia di liquore Strega, ha infine dichiarato: “È stata una battaglia dura e leale. M’ero dato per perso. Vi ringrazio e faccio in bocca al lupo ai miei avversari”.

Lo Strega, si sa, è un concorso tra editori, più che tra scrittori. I libri in gara rappresentano i “cavalli” su cui scommettono le case. Quest’anno dunque è Mondadori ad aver puntato giusto, riconquistando di nuovo il premio dopo che gli era stato strappato lo scorso anno da Bompiani e Storia della mia gente di Edoardo Nesi.

Ma al di là della posizione raggiunta in finale, non c’è dubbio che tutti i titoli della cinquina subiranno una più che piacevole impennata di vendite, come ogni anno accade.

Ad affollare la serata al Ninfeo erano presenti, oltre all’ormai ex campione in carica Nesi, anche personaggi come Alberto Bevilacqua, Corrado Augias, Paolo Mieli, Dacia Maraini ed Ettore Scola.

© Riproduzione Riservata

Commenti