Libri

Nicolai Lilin, il nuovo romanzo

‘Il serpente di Dio’ racconta la storia di un’amicizia senza confini sulle alture spettacolari del Caucaso

Nicolai Lilin

Nicolai Lilin – Credits: Mida / EPA / Alberto Estevez

Ismail e Andrej hanno trascorso la loro infanzia in un villaggio separato dal resto del mondo, incastonato tra i paesaggi mozzafiato delle montagne caucasiche. I due sono amici per la pelle, e questo nonostante appartengano a religioni diverse. In quella regione remota, cristiani e musulmani hanno infatti imparato ormai da secoli a convivere e a rispettarsi.

La tranquillità della comunità in cui vivono s’interrompe bruscamente quando un agente della polizia federale colluso con la mafia sceglie proprio quel villaggio come quartier generale per i suoi traffici di droga. Ismail e Andrej dovranno allora abbandonare i loro giochi di ragazzini per difendere gli oggetti sacri che simboleggiano il faticoso cammino verso la pace intrapreso molto tempo prima da cristiani e musulmani.

Il nuovo romanzo di Nicolai Lilin è difficilmente classificabile entro i limiti di un genere: mescola infatti lo stile incalzante di un libro d’avventura con la profondità di alcuni temi cari allo scrittore, tra i quali spicca la coesistenza di due popoli un tempo nemici che hanno finalmente imparato a rispettarsi.

© Riproduzione Riservata

Commenti