neil-gaiman
Libri

Neil Gaiman e i 10 obblighi di uno scrittore (e lettore) verso il futuro

Scrivere e leggere sono gli strumenti per creare un domani migliore. Ecco quali sono i nostri doveri come lettori, scrittori e cittadini

Lo scrittore e sceneggiatore britannico Neil Gaiman, autore di numerose storie a fumetti per DC Comics e di apprezzati romanzi come Coraline, Nessun dove e American Gods, è stato recentemente chiamato a fare un intervento a Londra sull’importanza della lettura, delle biblioteche e della fantasia nella costruzione del futuro. L’invito è arrivato dalla Reading Agency, un’importante associazione inglese senza scopo di lucro impegnata nella promozione della lettura e dell’alfabetizzazione.

Ebbene, Gaiman, durante il suo lungo discorso (ecco un’ottima sintesi sul Guardian), ha spiegato come la scrittura, la creazione di nuove storie e diversi mondi, abbinata alla promozione della lettura per i più giovani, siano i più importanti strumenti per realizzare un domani migliore. Soprattutto attraverso la salvaguardia delle biblioteche e del loro ruolo di custodi e, nonostante tutto, ancora di principali accessi al sapere e alla conoscenza (Gaiman le chiama “i cancelli per il futuro”).

Ma tutto ciò si può fare solo con uno sforzo condiviso da tutti. Per questo Gaiman ha concluso il suo intervento elencando un’interessante lista di doveri, o meglio, di dieci obblighi che tutti noi, come lettori, scrittori e semplici cittadini, abbiamo verso le prossime generazioni e quindi verso il futuro.

Perché, usando le parole di Gaiman, “I libri sono il modo in cui comunichiamo con i morti, il modo da cui impariamo lezioni da coloro che ci hanno preceduto”.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti