Paolo Cognettiì
Libri

Narrativa italiana, i 10 libri più venduti della settimana

Il vincitore del Premio Strega "Le otto montagne" di Paolo Cognetti in testa seguito da "La rete di protezione" di Andrea Camilleri (nella settimana dal 24 al 30 luglio)

Ecco la top ten dei libri più venduti della settimana, secondo dati iBuk.

10) L'Arminuta di Donatella Di Pietrantonio

Donatella Di Pietrantonio, la scrittrice abruzzese autrice di Bella mia, torna con L'Arminuta. La protagonista, con una valigia in mano e una sacca di scarpe nell'altra, suona a una porta sconosciuta. Ad aprirle, sua sorella Adriana, gli occhi stropicciati, le trecce sfatte: non si sono mai viste prima. Inizia così la storia di una ragazzina che da un giorno all'altro perde tutto, una casa confortevole, le amiche più care, l'affetto incondizionato dei genitori. O meglio, di quelli che credeva i suoi genitori. Per "l'Arminuta" (la ritornata), come la chiamano i compagni, comincia una nuova e diversissima vita. La casa è piccola, buia, ci sono fratelli dappertutto e poco cibo sul tavolo. Ma c'è Adriana, che condivide il letto con lei. E c'è Vincenzo, che la guarda come fosse già una donna.

Donatella Di Pietrantonio
L'Arminuta
Einaudi
162 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

9) La più amata di Teresa Ciabatti

Teresa Ciabatti nel suo libro più autobiografico, La più amata, racconta un percorso di "liberazione", parlando della sua famiglia e della sua vita. La giornalista-scrittrice e sceneggiatrice, 44 anni, fa i conti con la figura del padre Lorenzo Ciabatti, il Professore, come lo chiamavano tutti, primario dell'ospedale di Orbetello, fascista convinto, amico di Licio Gelli, che conservava lingotti d'oro cifrati nel cassetto del comodino, al quale gli amici intonarono Faccetta nera al matrimonio.
È il libro secondo classificato al Premio Strega 2017.

Teresa Ciabatti
La più amata
Mondadori
228 pagine
Compra il libro -  Scarica l'ebook

8) L'arte di essere fragili di Alessandro D'Avenia

Esiste un metodo per la felicità duratura? Si può imparare il faticoso mestiere di vivere giorno per giorno in modo da farne addirittura un'arte della gioia quotidiana? Sono domande comuni, spesso senza risposte. Eppure la soluzione può raggiungerci, improvvisa, grazie a qualcosa che ci accade, grazie a qualcuno. Nel libro L'arte di essere fragili Alessandro D'Avenia racconta il suo metodo per la felicità e l'incontro decisivo che glielo ha rivelato: quello con Giacomo Leopardi. Leopardi, spesso frettolosamente liquidato come pessimista, fu invece un giovane uomo affamato di vita e di infinito. Nella sua vita e nei suoi versi, D'Avenia trova folgorazioni e lo spunto per rispondere ai tanti cruciali interrogativi che si sente rivolgere da ragazzi di ogni parte d'Italia alla ricerca di sé.

Alessandro D'Avenia
L'arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita
Mondadori
209 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

 

7) Divorziare con stile di Diego De Silva

Diego De Silva torna a raccontarci le avventure del simpatico avvocato partenopeo, precario e un po' sfortunato, Vicenzo Malinconico, che ci aveva presentato per la prima volta nel 2007 con Non avevo capito niente. Nel nuovo romanzo Divorziare con stile il legale è alle prese con due casi: un naso rotto e un divorzio in cui il marito coinvolto vorrebbe risolvere tutto con pochi spiccioli. 

Diego De Silva
Divorziare con stile
Einaudi
382 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

6) L'amica geniale di Elena Ferrante

L'amica geniale è il primo romanzo dell'omonimo tetralogia realizzata da Elena Ferrante, la scrittrice senza volto, molto amata negli States, che da sempre ha scelto di non mostrarsi e non rivelare la sua identità. L'autrice scava nella natura complessa dell'amicizia tra due bambine, tra due ragazzine, tra due donne, seguendo passo passo la loro crescita individuale, il modo di influenzarsi reciprocamente, i buoni e i cattivi sentimenti che nutrono nei decenni un rapporto vero e robusto.

Elena Ferrante
L'amica geniale
E/O
400 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

5) L'eredità dell'abate nero di Marcello Simoni

L'autore italiano di thriller storici di successo come L'abbazia dei cento delitti torna con una nuova serie, la Secretum Saga. L'eredità dell'abate nero è ambientato nella Firenze del Quattrocento. Il 21 febbraio 1459 il banchiere Giannotto Bruni viene ucciso in circostanze misteriose. L'unico testimone è Tigrinus, un giovane ladro di origini ignote: immediatamente arrestato con l'accusa di omicidio, solo l'inspiegabile intervento di un uomo molto influente riesce a sottrarlo alla morte. Ma a quale prezzo? Da quel momento sarà braccato e costretto a fronteggiare i tentativi di vendetta di Angelo e Bianca, il figlio e la nipote della vittima. Per aver salva la vita, Tigrinus dovrà stringere un patto con il potente Cosimo de’ Medici e affrontare un incredibile viaggio per mare, alla ricerca di un uomo sfuggente e imprevedibile chiamato l'abate nero. Uscita: 19 giugno.

Marcello Simoni
L'eredità dell'abate nero
Newton Compton Editori
352 pagine
Compra il libroScarica l'ebook

4) E allora baciami di Roberto Emanuelli

Roberto Emanuelli ha esordito con Davanti agli occhi (2016), un piccolo caso editoriale intorno al quale è nata un'appassionata comunità di lettori sui social. E allora baciami è il suo secondo romanzo. Protagonisti Leonardo, che da quando Angela se n'è andata ha avuto tante donne ma nessuna può sperare di prendere il suo posto, e Laura, la figlia di diciassette anni, sempre più bella ma anche terribilmente distante. Lei l'amore lo impara su internet, nelle parole di blogger che sanno sfiorarle il cuore come quel padre così silenzioso non potrebbe mai fare. Se sua mamma è fuggita, si dice, un motivo ci sarà pure. Già, ma quale? E come scoprirlo? La risposta gliela porterà il destino, al termine di un viaggio sorprendente.

Roberto Emanuelli
E allora baciami
Rizzoli
297 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

3) Rondini d'inverno di Maurizio de Giovanni

Torna il commissario Ricciardi, solitario e tenebroso, attivo nella Napoli degli anni Trenta, in piena epoca fascista. Avventura numero dieci per lui, tessuta dal suo creatore Maurizio de Giovanni, autore anche della serie I bastardi di Pizzofalcone. In Rondini d'inverno il commissario avrà a che fare con il mondo della rivista. Il Natale è appena trascorso e la città si prepara al Capodanno quando, sul palcoscenico di un teatro di varietà, il grande attore Michelangelo Gelmi esplode un colpo di pistola contro la giovane moglie, Fedora Marra. Non ci sarebbe nulla di strano, la cosa si ripete tutte le sere, ogni volta che i due recitano nella canzone sceneggiata: solo che dentro il caricatore tra i proiettili a salve ce n’è uno vero. Gelmi giura la propria innocenza, ma in pochi gli credono. Il caso sembrerebbe già risolto, eppure Ricciardi è perplesso e, con pazienza, riuscirà a riannodare i fili della vicenda.

Maurizio de Giovanni
Rondini d'inverno
Einaudi
368 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

2) La rete di protezione di Andrea Camilleri

Torna il commissario Montalbano. Il suo padre lettarario, Andrea Camilleri, propone il nuovo giallo La rete di protezione. Vigàta è in subbuglio: si sta girando una fiction ambientata nel 1950. Per rendere lo scenario quanto più verosimile la produzione italo-svedese ha sollecitato gli abitanti a cercare vecchie foto e filmini. Scartabellando in soffitta l'ingegnere Ernesto Sabatello trova alcune pellicole, girate dal padre anno dopo anno sempre nello stesso giorno, il 27 marzo, dal 1958 al 1963. In tutte si vede sempre e soltanto un muro, sembra l'esterno di una casa di campagna. Perplesso l'ingegnere consegna il tutto a Montalbano che incuriosito comincia un'indagine solo per il piacere di venire a capo di quella scena apparentemente priva di senso. Fra sopralluoghi e ricerche, poco a poco in quel muro si apre una crepa: un fatto di sangue di tanti anni fa.

Andrea Camilleri
La rete di protezione
Sellerio Editore Palermo
291 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

1) Le otto montagne di Paolo Cognetti

La montagna, nella sua scarna bellezza, dura e selvaggia, segna l'anima per sempre, lascia l'impronta in chi vi è nato e in chi l'ha amata. Diventa una categoria dello spirito e, anche quando la si lascia in cerca di un altrove più conveniente, non ci si può staccare mai veramente da essa. Basta un suono, un profumo che si è risucchiati da lei, lontano dalla assordante città. È questo che capita ai personaggi del romanzo Le otto montagne che non riescono a farne a meno, e vanno e ritornano, senza mai lasciarla veramente. Anche Paolo Cognetti è grande appassionato di montagna, dove trascorre in solitudine alcuni mesi all'anno. 

Paolo Cognetti
Le otto montagne
Einaudi
199 pagine 
Compra il libro - Scarica l'ebook

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Perché D'Avenia piace tanto

È in cima alla classifica con un libro su Leopardi. È seguito dai ragazzi come fosse una rockstar. Gli abbiamo chiesto il suo segreto

Commenti