Arte & Idee

La ragazza con l'orecchino di perla: Il mito della Golden Age

Il capolavoro di Vermeer sarà in mostra a Bologna dall’8 febbraio al 25 maggio 2014, accolto con tutti gli onori a Palazzo Fava

 

Cinque selezionatissime sedi, due in Giappone e tre negli Stati Uniti, hanno ospitato questa mostra senza precedenti. Che varia di sede in sede, con opere raccolte in un numero da quindici a trenta. Così, dopo Tokyo e Kobe (nel corso del 2012), il volto senza tempo del capolavoro di Vermeer, nel 2013, ha fato tappa a San Francisco (Fine Arts Museum), Atlanta (High Museum of Art) e infine in un altro luogo mitico, la Frick Collection di New York, a pochi isolati di distanza dal Metropolitan.

Ovunque, folle incantate si sono riversate per incontrare, per la prima volta nella vita, La ragazza con l’orecchino di perla. E prima di rientrare in Olanda definitivamente e dal Mauritshuis Museum de L’Aja (dove la preziosa opera di Vermeer è conservata) mai più muoversi, il celebre dipinto farà un un'unica tappa europea. Una tappa tutta e soltanto italiana: a Bologna. Come negli altri musei, La ragazza con l’orecchino di perla non sarà l’unico capolavoro di Vermeer in mostra. Ad affiancarla ci sarà Diana e le sue ninfe, grande olio del Maestro.

E ancora, ben 4 Rembrandt e poi Frans Hals, Ter Borch, Claesz, Van Goyen, Van Honthorst, Hobbema, Van Ruisdael, Steen, ovvero tutti i massimi protagonisti della Golden Age dell’arte olandese.

La ragazza con l'orecchino di perla: Il mito della Golden Age. Da Vermeer a Rembrandt

Bologna, Palazzo Fava
8 febbraio - 25 maggio 2014

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>