Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Arte & Idee

Skate ninja: ecco il vero Spiderman

William Spencer ha fuso skateboard, karate e parkour. Il risultato sono milioni di visualizzazioni per i suoi video che sfidano le leggi della fisica e creano un nuovo genere cult

William Spencer

E' una disciplina nata da un'idea di William Spencer, un ragazzo americano che ha mischiato lo skateboard, il parkour e il karate. E' lo skate ninja, evoluzioni che lasciano a bocca aperta e che su youtube stanno spopolando grazie a video cliccatissimi. William Spencer è stato ribattezzato "il vero Spiderman, l'uomo al mondo più vicino ad un supereroe" e dando un'occhiata alle sue imprese si può capire perchè. La prima esibizione di skate ninja su youtube ha raccolto più di 1,5 milioni di visite con il video "Hollarado".

Salti da altezze improbabili, rischiose evoluzioni e pericolose sfide, William Spencer è un fumetto Marvel in carne e ossa. Ha saltato con il suo skateboard da un palazzo di sei piani e dato un nuovo volto alla disciplina del parkour, che consiste superare gli ostacoli in un percorso urbano in maniera agile e veloce. A questo Spencer ha aggiunto un pizzico di karate prendendo spunto da uno dei suoi idoli, Jackie Chan. "Chan ha mischiato il parkour alle arti marziali nei suoi film, sviluppando uno stile unico. Scappava dai nemici e li combatteva con movimenti tipici di questa disciplina. Io ho voluto riprendere il suo stile aggiungendo uno skateboard" spiega Spencer. Lo skate ninja però ha una percentuale di rischio molto alta e gli infortuni sono dietro l'angolo. Durante una recente esibizione in Arizona Spencer ha infatti perso il controllo della tavola cadendo rovinosamente e spezzandosi una gamba.

Il termine skate ninja è stato coniato dallo scrittore Michael Burnett nella rivista Thrasher, ma Spencer ci tiene a fare importanti distinzioni: "Non credo a questi soprannomi, io faccio tre discipline distinte che vengono fuse insieme dalle mie acrobazie. Karate, parkour e skateboard sono attività che richidono molto allenamento e legarle insieme in un unico sport è molto pericoloso. Prima di riuscire a girare i miei video ho dovuto allenarmi a lungo e molte volte mi sono fatto davvero male". Il consiglio come nel wrestling è quello di "don't try this at home", non provate ad emularlo. Ci si può accontentare dei suoi video, provando a realizzare come siano possibili certe prodezze

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>