Uncategorized

Da Vinci’s Demons. Aiuto. Ci sarà una seconda stagione.

Questa sera alle ore 21,55 su Fox Italia (canale 111 di Sky) verrà trasmessa l’ultima puntata della prima stagione di Da Vinci’s Demons, I Demoni di Leonardo Da Vinci. Ve ne avevamo dato notizia tempo fa, quando il …Leggi tutto

DA-VINCIS-DEMONS-REVIEW.jpg

Questa sera alle ore 21,55 su Fox Italia (canale 111 di Sky) verrà trasmessa l’ultima puntata della prima stagione di Da Vinci’s Demons, I Demoni di Leonardo Da Vinci. Ve ne avevamo dato notizia tempo fa, quando il progetto cominciava a diventare reale. Una serie tv della Starz a metà strada tra l’avventura, la sci-fi, con una spolverata di complottismo all’acqua di rose e quel pizzico di Dan Brown che rende il tutto un po’ più moderno. Poi c’è stata la prima puntata: Leonardo DaVinci’s (Tom Riley) è uno zarro con un taglio di capelli da giovinastro, con la giacca di pelle, che non sembra fare altro che portarsi a letto tutte le contessine di Firenze per poi nel tempo libero costruire armi con cui uccidere i cattivi che fanno parte di un culto esoterico conosciuto con il nome di I Figli Di Mitra. Insomma, obbiettivamente una cosa brutta.

da-vincis-demons.jpg

I problemi sono tanti: la storia non sta in piedi, la recitazione è dilettantesca, i rapporti tra i vari personaggi non funzionano e soprattutto gli effetti speciali sembrano essere stati fatti una dozzina di anni fa con un computer mezzo rotto, gettato dalla finestra da quelli della produzione di Young Hercules. Insomma, forse sono troppo cattivo io, ma dopo la prima puntata ho immediatamente mollato la serie convinto che fosse destinata a immediata chiusura. E invece no! Anzi. David S. Goyer – creatore dello show, sceneggiatore e regista di una certa fama – ha dichiarato al sito seriable.com: “Mi sento di dire che abbiamo fatto una prima stagione veramente bella e la seconda sarà ancora più spaventosa. Quando fai una serie tv come questa, alzi la palla per tanti discorsi ma dopo un po’ devi anche cominciare a dare delle risposte al tuo pubblico”.

© Riproduzione Riservata

Commenti