Uncategorized

Icehotel e altre avventure nella Lapponia svedese

La magia si ripete ogni anno: con l’abbassarsi delle temperature cresce il numero di artisti provenienti da tutto il mondo che si riuniscono a Jukkasjärvi, un paesino nella Lapponia svedese, 200 km a nord del circolo polare artico, per …Leggi tutto

Entrance-Photo-Christopher-Hauser-1024x466.jpg

La magia si ripete ogni anno: con l’abbassarsi delle temperature cresce il numero di artisti provenienti da tutto il mondo che si riuniscono a Jukkasjärvi, un paesino nella Lapponia svedese, 200 km a nord del circolo polare artico, per dare nuova vita all’albergo di ghiacco più grande del mondo, l’Icehotel. Questo albergo, il primo del genere (nato nel 1989) che si spalma su 5.500 mq e vanta un buon numero di copie nel mondo, viene ricreato da zero ogni anno utilizzando circa 21.500 metri cubi di neve e 900 tonnellate di ghiaccio. Gli artisti scelti si mettono all’opera a partire da metà novembre e lavorano questa gigantesca opera in varie fasi: quando una sezione è completata viene subito aperta al pubblico anche se altre parti dell’albergo sono ancora in costruzione. L’inaugurazione della nuova stagione dell’Icehotel è prevista il 7 dicembre: ci saranno 65 nuove camere distinte tra art suite, ice rooms, snow rooms e le suite Aurora Boreale, novità di quest’anno, in cui il soffitto riproduce, appunto, i colori dell’aurora boreale. L’hotel solitamente rimane aperto fino ad aprile.

 

CF005492.jpg

Art Suite Deluxe - Design: Marjolein Vonk & Marinus Vroom; Foto: Christopher Hauser

 

Immagine-11.png

Art Suite - Design: Karl-Johan Ekeroth & Christian Strömqvist; Foto: Christopher Hauser

L’Icehotel non è l’unica attrazione della Lapponia svedese: quest’anno in particolare, e fino al 2014, sarà possibile vedere delle aurore boreali particolarmente spettacolari in quanto l’attività solare sarà al suo massimo nel maggio 2013. Il posto migliore per contemplare e fotografare questa meraviglia della natura in Svezia è all’Aurora Sky Station nel parco di Abisko, vicino al confine norvegese.

SwedishLapland_Pressbild_high_norrsken-1024x682.jpg

Aurora boreale

aurora-boreale.jpg

Aurora boreale

Altra esperienza da non perdere è il safari dell’alce. In Svezia ci sono 300.000 alci e intorno al paese di Svansele c’è  una così alta concentrazione di questi animali che effettuare un safari in questa zona permette di avere la quasi totale sicurezza di avvistarne numerosi. L’agenzia che organizza le uscite con guide esperte promette addirittura di rimborsare il costo del safari qualora si avesse la sfortuna di non vederne.

safari-allalce.jpg

Safari all'alce

Anche guidare sulla neve una slitta trainata da husky è un’emozione da provare. Vicino a Skellefteå la nuova azienda Flarken Adventure offre diverse possibilità che vanno dal tour di una sola ora alle avventure di una settimana tra i vari Wilderness Camp in mezzo alla foresta. E a fine giornata, relax in sauna e bagni nelle tinozze calde.

slitta-di-cani.jpg

Slitta trainata da husky

La novità di quest’inverno però è l’Iglootel Lapland che inaugurerà a fine dicembre vicino alla città di Arvidsjaur: un nuovo albergo costruito interamente in neve e ghiaccio con diversi igloo, un bar di ghiaccio e la possibiltà di godere di sauna e hot tubs situati negli immediati dintorni.

igloo-hotel.jpg

Iglootel Lapland

Per scoprire le altre esperienze invernali nella Lapponia svedese guarda qui.

© Riproduzione Riservata

Commenti