L’insostenibile pesantezza del crescere

Leggendo i giornali in questi mesi, ascoltando i dibattiti e gli interventi relativi alla “crisi”, mi è venuto in mente il sig. Creosoto. Il Sig. Creosoto è un personaggio del film “Il senso della vita” dei Monthy Python. Nell’episodio  ”Gli anni …Leggi tutto

Pollution_in_Maracaibo_lake-300x160.jpg

Leggendo i giornali in questi mesi, ascoltando i dibattiti e gli interventi relativi alla “crisi”, mi è venuto in mente il sig. Creosoto. Il Sig. Creosoto è un personaggio del film “Il senso della vita” dei Monthy Python.

Nell’episodio  ”Gli anni del declino” ambientato in un ristorante francese, il sig. Creosoto, personaggio pachidermico all’eccesso, entra e si accomoda al tavolo. Con fare arrogante e sbrigativo, Creosoto ordina ad un servile e viscido cameriere tutto il mangiabile e bevibile del ristorante, intervallando le proprie ordinazioni con getti di vomito. Dopo aver finito di mangiare tutto ciò che gli era stato preparato, Creosoto cede all’insistenza del cameriere ed accetta una mentina, esplodendo dopo averla ingerita.

Se si dovesse raccontare a un ragazzino lo stato di salute dell’attuale sistema economico si potrebbe utilizzare questa grottesca e cruda scena. Un sistema socio economico appesantito e arrogantello che continua a cibarsi di qualsiasi cosa possa aumentarne il volume, noncurante che questo processo porterà inevitabilmente alla propria esplosione. L’uomo moderno sta pian piano diventando antropologicamente Creosoto, in un mondo Creosota.

Bon appetit.

© Riproduzione Riservata

Commenti