Era il 12 marzo 1947 quando uno chassis uscì completo di motore 12 cilindri dalla fabbrica artigianale di Enzo Ferrari a Maranello. Con un giro di chiave, iniziava l'avventura del marchio sportivo più famoso del mondo. 

La vetturetta era la 125S, una barchetta progettata insieme a Gioacchino Colombo. Sviluppava 90 Cv per complessivi 1497,77 cmc e pesava solo 750Kg. Gli interni erano semplici, minimal, e l'unica portiera presente si trovava sul lato del passeggero. Dalla parte del pilota carrozzeria era ribassata tanto da consentirgli di saltare letteralmente all’interno dell’abitacolo.


Il debutto della 125S in pista avverrà solo successivamente: l'11 maggio 1947 sul circuito di Piacenza, con i piloti Franco Cortese e Nino Farina. L'unica a correre quella gara sarà la 125S di Cortese, costretta al ritiro per un'avaria alla pompa di alimentazione.

Enzo Ferrari definirà ironicamente la sua prima esperienza con il cavallino rampante un "insuccesso promettente". La vittoria non tarderà a volgere lo sguardo alla piccola di Maranello. Il 25 maggio del 1947 la 125S di Franco Cortese tagliava per prima il traguardo del circuito romano delle Terme di Caracalla. 

© Riproduzione Riservata

Commenti