Televisione

Striscia la Notizia: tutti i conduttori della trentesima edizione

Su Canale 5 da lunedì 25 settembre, con Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti. Le nuove veline di Striscia la Notizia sono Shaila Gatta e Mikaela Neaze Silva

Striscia la Notizia 2017 Mikaela Neaze Silva, Shaila Gatta, Enzo Iacchetti, Ezio Greggio

Francesco Canino

-

Tocca il traguardo record delle trenta edizioni Striscia la Notizia e per celebrare un compleanno così importante Antonio Ricci punta sui conduttori storici del tiggì satirico, andato in onda per la prima volta il 7 novembre del 1988. La nuova stagione, al via da lunedì 25 settembre, riparte invece da due nuove Veline, la mora Shaila Gatta e la bionda Mikaela Neaze Silva.

Striscia la Notizia, i conduttori della trentesima edizione 

Niente volti nuovi o coppie a sorpresa. Per la trentesima edizione di Striscia la Notizia, Ricci ha scelto di alternare i conduttori storici: si inizia con Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti (dal 25 settembre al 2 dicembre) e si prosegue con Greggio e Michelle Hunziker (dal 4 dicembre al 6 gennaio). Nel 2018 si riparte da Hunziker e Gerry Scotti (dall’8 gennaio al 3 febbraio), mentre la parte finale della trasmissione è affidata a Ficarra e Picone (dal 5 febbraio al 9 giugno).

"È un onore e un grande piacere aprire questa trentesima edizione, oltre che una grande soddisfazione: non esiste al mondo un fenomeno come Striscia", commenta a Panorama.it Ezio Greggio. Il primo servizio sarà di Dario Ballantini, il mago delle imitazioni. "Farà il ministro dell'istruzione Valeria Fedeli - anticipa il patron Antonio Ricci - Nella prima prova sembrava la Boccassini, ora è perfezionato. Il resto della politica? Non so quanto ci darà in termini di spunti, perché viviamo una fase noiosa. I politici certi anni danno, altri no. Sono come le olive”, punzecchia Ricci.  

 

Le polemiche sulle nuove veline

La vera novità sono dunque le due nuove veline, Shaila Gatta e Mikaela Neaze Silvaselezionate tra oltre trecento ballerine professioniste. Ricci smonta a colpi di ironia le polemiche sulla velina bionda, colpita dai social da alcuni beceri attacci razzisti per la sua origine (il papà dell’Angola e la mamma dell’Afghanistan). "Shaila c’è rimasta male. Era molto più nera di Micaela si è adirata contro i razzisti: mi ha detto "sono napoletana e nessuno mi dice nulla". Non è proprio italiana, sta facendo un corso con il Cepu e tra tre quattro giorni parlerà italiano", ha sdrammatizzato il patron di Striscia.

Ricci e la stoccata a Flavio Insinna

Alla vigilia della prima puntata, Antonio Ricci non rinuncia a tornare sulle polemiche a distanza con Flavio Insinna. "Perché ho tirato fuori quei filmati? Li avevamo da molto tempo ma vederlo da Bianca Berlinguer che professava un paese gentile e diventava leader della sinistra, era una recita di quarta categoria. Se l’è andata a cercare e abbiamo messo in piedi il circo", ha spiegato.

"Siamo stati leggeri, tante cose non le abbiamo dette per non esagerare. Abbiamo sempre svelato le doppie facce di tutti, comprese quelle di Mediaset, era giusto fare quella roba lì", ha aggiunto Ricci. "Ora al posto di Affari Tuoi c’è una trasmissione dietro cui c’è un ragionamento da fare, Amadeus per noi è un amico, una persona civile, simpatica e professionale ed è un piacere averlo dall’altra parte. La sfida degli ascolti? Sono pubblici differenti. Sul pubblico commerciale il vantaggio di Striscia è difficilmente colmabile dalla Rai. Vediamo cosa accade ora che il panel dell'Auditel è stato triplicato".

Brumotti scova il proprietario della "Ferrari blu"

Striscia la notizia torna lunedì 25 settembre con un servizio molto speciale. Vittorio Brumotti è infatti riuscito a intercettare il proprietario della famosa Ferrari bluaccusato di aver insultato e aggredito con una manata in faccia il padre di un bambino disabile per un problema di posteggio, sabato 16 settembre a Milano, in via Montenapoleone. L’inviato del tg satirico ha simbolicamente “parcheggiato” una sedia a rotelle sul tetto dell’auto e ha intervistato il proprietario della Ferrari. 

Per saperne di più: 

© Riproduzione Riservata

Commenti