Ansa/EPA/LISE ASERUD
Televisione

Netflix farà un film sul terrorista Breivik

Lo stragista di Utoya, che nel 2011 uccise 11 persone, al centro di un film verità diretto da Paul Greengrass

Ce lo eravamo quasi dimenticato. Ma riecco Anders Breivik, il terrorista che il 22 luglio 2011 compì due stragi tra Oslo e Utoya e seminò il terrore in Svezia uccidendo 77 persone. Netflix ha annunciato che dedicherà un film a quegli orribili fatti, affidandone la regia a Paul Greengrass, regista della saga degli action movie di Jason Bourne, ma che si è fatto conoscere nel 2002 con Bloody Sunday, film sulla domenica di sangue, avvenuta nel 1972 a Derry, nell'Irlanda del Nord (di cui parla anche la celebre canzone degli U2, ndr).

Il film

Il film su Brieivik, che al momento sconta una pena a 21 anni di carcere, sarà girato in Norvegia con attori e troupe locali e avrà un costo contenuto per gli standard americani: circa venti milioni di euro. Un prodotto destinato al mercato europeo, anche se l’argomento incrocia pericolosamente anche l’attualità americana: Brievik è un estremista di destra, che ha sempre dichiarato di aver agito in nome di un’ideologia "suprematista".

Brievik per ora è solo il titolo provvisorio, ma è molto probabile che Netflix in seguito virerà su un titolo meno personalistico per evitare polemiche, un po’ come ha fatto con Pablo Escobar e Narcos: più che un ritratto dell’assassino, il film dovrebbe infatti essere una versione scandinava di Bowling a Columbine e raccontare quel 22 luglio, quando Brievik, dopo aver fatto esplodere un’autobomba nel centro di Oslo, irruppe sull’isola di Utoya dove si teneva il Summer Camp per ragazzi del Labour Party e iniziò a fare fuoco su di loro. Orrore senza fine.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti