Televisione

Grande Fratello Vip 4: dal mea culpa di Salvo al caso Lessa

Venerdì 17 gennaio la quarta puntata del reality di Canale 5 condotto da Alfonso Signorini. Al Grande Fratello Vip 4 Adriana Volpe attacca la Rai

Appena il tempo di archiviare la squalifica di Salvo Veneziano per le frasi sessiste - con tanto di "mea culpa" in diretta tv - che al Grande Fratello Vip 4 è già esplosa un'altra polemica: questa volta la protagonista è Fernanda Lessa, le cui uscite nei confronti di Licia Nunez hanno creato un vespaio social sfociato nella richiesta di allontamento dal programma da parte dell'avvocato dell'attrice. Insommma, la vigilia della quarta puntata del reality, in onda onda venerdì 17 gennaio, si fa subito bollente.

Grande Fratello Vip 4, scoppia il caso Fernanda Lessa

Come sempre al Grande Fratello basta una nomination per innescare scintille che rischiano di diventare incendi. Ed è proprio il caso di Fernanda Lessa, bollata come aggresisva e umorale da Antonella Elia e dall'attrice Licia Nunez, che l'hanno nominata. A quel punto la dj ed ex modella brasiliana se l'è presa prima con una poi con l'altra, e sfogandosi con Andrea Montovoli, ha detto: "Non sono rimasta male di essere  nominata, sono rimasta male di come l’ha fatto. Antonella secondo me è una double face totale, da tenersi lontano. Lei si è messa insieme a quella che aveva il frac, che non so come si chiama: Elisa? Come si chiama l’altra? Come si chiama? Che aveva il frac…Quella che è lesbica. Licia".

Proprio l'aver etichettato in più occasioni la Nunez come lesbica (nella prima puntata aveva raccontato la sua lunga storia con Imma Battaglia, terminata a causa di un tradimento) ha provocato la reazione dell'avvocato Annamaria Bernardini De Pace e dal manager Nando Moscariello, che hanno chiesto l'espulsione della Lessa: "Chiamare Licia Nunez 'la lesbica' è indice di omofobia. Fernanda Lessa merita l’espulsione, perché ha così discriminato una concorrente, solo perché l’aveva nominata. L’omofobia colpisce non solo gli omosessuali dichiarati, ma soprattutto quelli che vivono nel dolore e nella paura di raccontarsi, proprio per sfuggire al dileggio degli ignoranti omofobi". Vedremo come interverranno gli autori e soprattutto Alfonso Signorini durante la quarta puntata, quella del 17 gennaio.

L'attacco frontale di Adriana Volpe alla Rai 

Con un cast così articolato era scontato che di carne al fuoco ce ne sarebbe stata parecchia eppure i colpi di scena sono già molti più del previsto. Come quello che ha avuto per protagonista Adriana Volpe, al centro di una polemica frontale con la Rai dopo la chiusura di Mezzogiorno in famiglia, intervenuta in diretta dopo che Antonella Elia - in uno dei momenti più intensi e sinceri vissuti fino ad ora - ha confessato tutta l'amarezza e i suoi rimpianti rispetto al fatto di non essere riuscita a diventare mamma

La Volpe ha colto la palla al balzo raccontando un retroscena molto forte che riguarda la Rai. "Sul lavoro non ti aiutano a diventare madre. In Rai fino al 2012, quando poi le cose sono cambiate, sui nostri contratti c'era scritto che in caso di gravidanza l'artista doveva dare immediata comunicazione all'azienda e l'azienda poteva rescindere il contratto", ha svelato la conduttrice. "C'era scritto 'Nulla sarà dato e nulla sarà dovuto'. Io ogni anno chiedevo di cambiare quella clausola che di fatto diceva 'se rimani incinta, possiamo rescindere il contratto'. Se fossi rimasta incinta c'era quella spada di Damocle". Immediato il commento di Alfonso Signorini: "È un fatto gravissimo e so che ti sei spesa in prima persona per fa annullare quella postilla anacronistica e allucinante. E alla fine ce l'ho fatta", ha commentato il conduttore.


Il "mea culpa" di Salvo Veneziano

Intanto, dopo l'espulsione a furor di social, sono arrivate le scuse di Salvo Veneziano, protagonista di una serie di apprezzamenti fuori luogo e sessiti nei confronti delll'influencer Elisa De Panicis. "Pensavo di fare il simpatico, di far ridere i miei compagni, ma non intendevo offendere nessuno e sono qui per chiedere scusa a tutti quelli che ci guardano da casa, a tutto il genere femminile", ha spiegato il pizzaiolo lanciato proprio dalla prima edizione del Grande Fratello

"Io sono uno che combatte da sempre la violenza in ogni maniera. Voglio chiedere scusa alla ragazza per le mie battute ma, ripeto, io stavo scherzando", ha proseguito. La diretta interessata non ha gradito, gli autori hanno deciso di spedire anche gli altri tre "sopravvissuti" - Pasquale Laricchia, Patrick Ray Pugliese e Sergio Volpini - ad ascoltare le testimonianze di alcune donne in un centro anti violenza e il caso si è chiuso con il giudizio tranchant dell'opinionista Pupo: "Per me è un problema d'ignoranza, non di cattiveria e anche le loro scuse sono da poveri ingnoranti"


Mediaset Extra e il #GfVip4 traslocano sul 55

C'è poi un'altra novità che riguarda il #GfVip4. Da sabato 18 gennaio, infatti, dalle 6 del mattino la diretta live h24 di trasmessa su Mediaset Extra cambierà canale e passerà dal numero 34 al numero 55 del telecomando: da lunedì 20 gennaio, al numero 34, debutterà infatti CINE34, la nuova rete Mediaset dedicata in esclusiva al cinema italiano.

CINE34 proporrà l’intera produzione italiana, senza pregiudizi, passando dai migliori titoli d’autore a quelli di genere, attingendo a una library di titoli estesa di 2.672 titoli (con 446 inediti) a cui si aggiungeranno acquisti ad hoc. Il palinsesto,  proporrà anche alcune chicche, tra film usciti nelle sale e mai visti prima sul piccolo schermo, e rassegne cult come quella prevista al debutto: il canale diretto da Marco Costa inizia a trasmettere il 20 gennaio, giorno in cui ricorrono i 100 anni dalla nascita di Federico Fellini, e nel primo giorno di programmazione manderà in onda otto film restaurati del grande regista, una non-stop ribattezza Fellini 100, che culminerà in prima serata con Amarcord e La Dolce Vita.

Per saperne di più: 


 

Ti potrebbe piacere anche