Calcio

Spagna-Italia vale il Mondiale: Ventura al Bernabeu con coraggio

Gli azzurri devono vincere per non finire ai playoff. Infortunato Chiellini, dentro tutti gli attaccanti: ecco la svolta

Spagna Italia qualificazioni Russia 2018 Mondiale

Giovanni Capuano

-

C'è un solo risultato giusto per tornare dal Bernabeu col pensiero alle valigie da chiudere per volare a Russia 2018: la vittoria. Non il pareggio, che spianerebbe la strada alla Spagna grazie a una differenza reti che ci vede soccombere. Quindi o vittoria o niente. Meglio, o vittoria o il purgatorio degli spareggi che sarebbe meglio evitare con tutte le trappole che nasconde.

Mai una vigilia di sfida decisiva per l'Italia del calcio ha avuto un canovaccio così semplice. Ventura poteva e doveva decidere se dare libero sfogo a talento e coraggio, oppure giocarseli un po' per volta in una partita a scacchi con Lopetegui. Ma in ogni caso sia il ct che gli azzurri sanno che almeno una volta dovranno segnare sigillando la difesa che ha perso Chiellini, ma che rimette Bonucci al fianco degli antichi compagni di battaglia.

La scelta coraggiosa di Ventura

Giocarsi il tutto per tutto in casa di un avversario che da un decennio ci è superiore e sfidandolo sul piano della qualità. Ecco la svolta della vigilia di Ventura, che perso Chiellini ha dato libero sfogo alla fantasia. Sarà 4-2-4 con Verratti insieme a De Rossi uslla linea mediana e poi il doppio centravanti (Immobile e Belotti) con Insigne e Candreva sugli esterni.

Raramente l'Italia si è presentata così offensiva in un match così difficile, quasi un tradimento delle nostre abitudini. Ma una bellissima sfida, culturale, per provare a sorprendere gli spagnoli che, al contrario, si presenteranno con un'unica punta e che potrebbero addirittura declinare al falso nueve lasciando fuori Morata. Sarebbe clamoroso.

Del resto per uscire con i tre punti dal Bernabeu, che si annuncia pieno e che potrebbe fischiare Piqué e i giocatori del Barcellona (grande timore di Lopetegui) serve qualcosa di non ordinario. Un pizzico di follia e una grande prestazione sfruttando tutti gli spiragli che i rossi lasceranno aperti. Bisogna evitare la trappola dei playoff che si sta riempendo di potenziali avversari temibili sulla strada di Russia 2018.

Spagna e Italia, serie record nelle qualificazioni

Il confronto del Bernabeu rischia di mettere fine a una serie record. Sia Spagna che Italia hanno precedenti solidissimi nelle qualificazioni mondiali. Addirittura assoluta la serie aperta delle Furie Rosse che non hanno mai perso una partita casalinga quando ci si gioca il pass per la massima rassegna calcistica.

L'ultimo ko spagnolo nelle qualificazioni risale al 31 marzo 1993 (Danimarca-Spagna 1-0 gol di Poulsen): da allora 59 gare con 46 vittorie e 13 pareggi. In casa il totale è 55 partite con 46 vittorie e 9 pareggi.

E l'Italia? Nelle qualificazioni mondiali non perdiamo dal 9 ottobre 2004 quando al debutto di Lippi gli azzurri persero in Slovenia per poi rifarsi il 13 ottobre contro la Bielorussia e da lì fare filotto. Se si allarga la visuale anche alle qualificazioni europee il conto sale a 56 partite con 42 vittorie e 4 pareggi.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Ventura, ct (quasi) per caso che deve trascinare l'Italia al Mondiale

Contro la Spagna gli azzurri si giocano il pass per Russia 2018. Il bilancio record del tecnico, meglio (fin qui) di Bearzot, Lippi e Sacchi

Mondiale Russia 2018: ecco città e stadi in cui si gioca

Viaggio nelle 11 sedi che ospitano gironi e gare ad eliminazione diretta fino alla finale del 15 luglio 2018 a Mosca

Mondiale Russia 2018: le squadre qualificate al torneo

Sono 31 le formazioni al via della rassegna iridata insieme alla Russia ospitante. Ecco l'elenco delle partecipanti

Commenti