Calcio

Mondiale Russia 2018: Francia campione!

La finale con la Croazia termina 4-2. I giocatori di Didier Deschamps bravi a sfruttare la stanchezza degli uomini di Zlatko Dalić

francia campione del mondo 2018

Giovanni Capuano

-

La nazionale di calcio della Francia ha vinto il campionato del mondo 2018. La squadra guidata da Didier Deschamps ha sconfitto la nazionale croata per 4-2.

Le reti della Francia: autorete di Mario Mandzukic, Griezmann su rigore, Pogba, Mbappé.
Per la Croazia: Perisc, Mandzukic.

Sarà Francia-Croazia la finale del Mondiale di Russia 2018. Una finale inedita, mai vista prima, con la presenza della nazionale croata che raggiunge il punto più alto della sua storia. Appuntamento domenica 15 luglio alle ore 17 allo stadio Luzhniki di Mosca. 

Per la Francia c'è la chance di ripetere il successo mondiale del 1998 (allora decisiva una vittoria contro la Croazia in semifinale con doppietta di Thuram. La Croazia ha giocato tutta la seconda fase con partite ai supplementari (Danimarca, Russia e Inghilterra) e avrà un giorno in meno per riposare rispetto alla nazionale di Deschamps.

 

Mercoledì 11 luglio 2018

INGHILTERRA-CROAZIA 1-2 d.t.s.

Vittoria di rimonta della Croazia che passa ai supplementari contro l'Inghilterra trascinata da Perisic e Mandzukic. Sono loro gli autori dei due gol del successo che proietta la Croazia alla prima finale della sua storia. L'Inghilterra piange dopo essersi illusa con il vantaggio iniziale di Trippier. Errore di Kane che sfiora il raddoppio colpendo il palo a porta vuota. Poi l'apoteosi croata.

Martedì 10 luglio 2018

FRANCIA-BELGIO 1-0

La Francia vola in finale grazie a un colpo di testa del difensore Umtiti che al minuto 51 rompe l'equlibrio della sfida con il Belgio. Partita con poche emozioni e molto tattica, vinta con merito dai francesi che si sono dimostrati maggiormente solidi e ispirati rispetto ai belgi. In ombra Mbappè e Griezmann, anche il talento belga di Hazard non ha brillato come in altre giornate di questo Mondiale. La Francia torna in una finale come non accadeva dal 2006 quando fu sconfitta dall'Italia di Marcello Lippi.

 

Sabato 7 luglio 2018

SVEZIA-INGHILTERRA 0-2

Successo meritato per l'Inghilterra che torna in una semifinale mondiale dopo 28 anni (mancava da Italia '90). Decisive le reti di Maguire e Ally, entrambe di testa. La Svezia si è resa pericolosa solo nella ripresa dopo essere passata in svantaggio. Troppo poco per la squadra di Andersson che non ha meritato di proseguire.

RUSSIA-CROAZIA 5-6 d.c.r.

Passa la Croazia ma è una sfida romanzesca. Vantaggio di Cheryshev, pareggio di Kramaric, palo di Perisic a colpo sicuro e finale al cardiopalmo. Nel supplementare, con i croati in difficoltà fisica, vantaggio con Vida e pareggio in extremis di Fernandes che poi è uno dei giocatori russi (l'altro è Smolov) a sbagliare nella lotteria dei rigori.

Venerdì 6 luglio 2018

FRANCIA-URUGUAY 2-0

Senza Cavani, infortunato in panchina, l'Uruguay non riesce a ripetere le prestazioni dei turni precedenti. Vince la Francia con merito, anche se è decisiva la papera di Muslera che regala a Griezmann la rete del raddoppio. Il vantaggio era stato realizzato da Varane con un preciso colpo di testa sugli sviluppi di una punizione.

BRASILE-BELGIO 1-2

Clamoroso a Kazan: fuori il Brasile e Belgio in semifinale. Gara dai due volti con i Diavoli Rossi implacabili nel primo tempo in contropiede. Autorete di Fernandinho (disastroso) e raddoppio di De Bruyne. Nella ripresa meglio il Brasile ma la rete di Augusto rimane l'unico lampo. Nel finale parata miracolosa di Courtois su Neymar.

 

Martedì 3 luglio 2018 (ottavi di finale)

SVEZIA-SVIZZERA 1-0

Gara equilibrata e senza grandi emozioni, decisa a metà della ripresa da una conclusione di Forsberg deviata da Akanji alle spalle del proprio portiere Sommer. Svezia avanti a sorpresa, da vera outsider dopo aver fatto fuori Svezia e Italia nei gironi europei e la Germania nella prima fase del Mondiale.

COLOMBIA-INGHILTERRA 4-5 d.c.r.

L'Inghilterra sfata il tabu dei calci di rigore e batte la Colombia. Decisivi gli errori di Uribe e Bacca, poi il tiro vincente di Dier. Nei tempi regolamentari era finita 1-1 con rete di Kane (su penalty) e pareggio a tempo quasi scaduto di Yerri Mina alla sua terza marcatura dall'inizio del Mondiale.

Lunedì 2 luglio (ottavi di finale)

BRASILE-MESSICO 2-0

Il Brasile conferma di essere in crescita e di essere la favorita per il Mondiale. Successo firmato nella ripresa da Neymar e Firmino, ma colpisce soprattutto la solidità difensiva della Selecao di Tite che fin qui ha subito un solo gol in 4 gare (al debutto contro la Svizzera).

BELGIO-GIAPPONE 3-2

Gara incredibile e ricca di emozioni con ribaltamento del Belgio che va sotto 2-0 e poi vince in pieno tempo di recupero grazie a Chadly. Difese allegre anche se nel primo tempo le due porte restano inviolate. Martinez, ct del Belgio, indovina i cambi e rova grandi risposte nel finale dai suoi uomini. Vittoria nel complesso meritata, il Giappone paga un incredibile errore tattico negli ultimi secondi della partita.

Domenica 1 luglio 2018 (ottavi di finale)

SPAGNA-RUSSIA 4-5 d.c.r.

Cade anche la Spagna che si fa rimontare da un rigore di Dzyuba dopo il veloce vantaggio firmato su autorete di Ignaschevitch. Gara che si è complicata per le Furie Rosse, capaci di fare possesso palla senza però creare i presupposti per vincere. Poi ai rigori l'eroe diventa Akinfeev.

CROAZIA-DANIMARCA 4-3 d.c.r.

Avanti la Croazia, ma che fatica. Decidono le parate di Subasic (3 su 5) nella lotteria dei rigori dopo che Modric aveva sbagliato un penalty al minuto 118. Danimarca in vantaggio subito con Jorgensen e presto raggiunta da Mandzukic. Partita non bellissima ma di grande pathos.

Sabato 30 giugno 2018 (ottavi di finale)

Ecco il tabellone della seconda fase del Mondiale con gli accoppiamenti decisi dopo le prime 48 sfide del torneo che hanno fatto vittime illustri (come la Germania) e sancito il dominio dell'Europa e del Sud America che, insieme, hanno mandato avanti 14 squadre su 16:

URUGUAY-PORTOGALLO 2-1

Uno strepitoso Cavani, autore di una doppietta con assistenza di Suarez, elimina il Portogallo di Cristiano Ronaldo. Sudamericani trascinati dal Matador (poi fuori per infortunio) mentre i campioni d'Europa non riescono quasi mai a essere pericolosi nell'assalto finale in cui cingono d'assedio l'area di rigore di Muslera.

FRANCIA-ARGENTINA 4-3

Gara straordinaria, ricca di emozioni e capovolgimenti di fronte. Qualificazione meritata per la Francia, trascinata da un Mbappè irresistibile in contropiede, autore della doppietta che ha ribaltato il destino della sfida quando l'Argentina, pur soffrendo, era riuscita a rimontare con Di Maria e Marcado il vantaggio iniziale di Griezmann. Di Pavard e Aguero gli altri gol. Messi fuori dal Mondiale senza mai recitare da protagonista.


 

Giovedì 28 giugno 2018

GIAPPONE-POLONIA (GIRONE H) 0-1

Vince la Polonia ma il Giappone festeggia il passaggio agli ottavi di finale grazie alla rete di Mina (Colombia avanti) e al coefficente del fair play che mette fuori il Senegal.

SENEGAL-COLOMBIA (GIRONE H) 0-1

Partita decisa da un colpo di testa di Mina che qualifica la Colombia quando le cose si stavano complicando. Senegal troppo timido e sfortunato, fuori per due ammonizioni in più rispetto al Giappone.

INGHILTERRA-BELGIO (GIRONE G) 0-1

L'Inghilterra schiera le riserve e il Belgio, pur facendo ampio turnover, batte gli inglesi con Januzaj e conquista il primo posto nel girone che vale un incrocio nella parte più difficile del tabellone.

PANAMA-TUNISIA (GIRONE G) 1-2

Panama chiude il Mondiale senza fare punti mentre la Tunisia è la quinta squadra africana eliminata dal torneo. Vittoria in rimonta con rete di Khazri.

Mercoledì 27 giugno 2018

COREA DEL SUD-GERMANIA (GIRONE F) 2 - 0

Germania, campione del mondo in carica, eliminata dopo essere stata battuta a sorpresa 2-0 dalla Corea del Sud. Reti nel finale di Kim e Song quando ai tedeschi serviva una vittoria per riuscire a superare il turno. Germania sotto choc, ma l'eliminazione è giustificata dalle prestazioni mediocri in questo Mondiale.

MESSICO-SVEZIA (GIRONE F) 0 - 3

Messico e Svezia qualificate agli ottavi a braccetto ma con i brividi per i messicani che entravano nell'ultimo turno da favoriti ed hanno rischiato facendosi sconfiggere dagli scandinavi. Gara dominata dalla Svezia che negli ottavi incrocerà la Svizzera.

SERBIA-BRASILE (GIRONE E) 2-0

Segnali di ottimo Brasile contro la Serbia e non solo per la vittoria. Di Paulinho e Thiago Silva i gol decisivi. La Seleçao non ha quasi mai rischiato contro i serbi che tornano a casa delusi e deludenti. Male Milinkovic Savic.

SVIZZERA-COSTARICA (GIRONE E) 2-2

Pareggio che non cambia nulla nella classifica. Costarica eliminata già prima del turno finale mentre la Svizzera si è accontentata di controllare per prendersi il secondo posto che vale l'incrocio con la Svezia.

Martedì 26 giugno 2018

DANIMARCA-FRANCIA (GIRONE C) 0 - 0

Le due nazionali approdano agli ottavi senza farsi male nel confronto diretto. I danesi prendono il punto che serviva per diventare irraggiungibili al secondo posto, ma la sconfitta dell'Australia evita ogni polemica sul potenziale 'biscotto'. Primo zero a zero del Mondiale.

AUSTRALIA-PERU' (GIRONE C) 0-2

Canguri e sudamericani eliminati, tornano a casa. Il Perù riesce a togliersi la soddisfazione di una vittoria al Mondiale dopo essere stato punito oltre i propri demeriti nella gara d'esordio contro la Danimarca.

NIGERIA-ARGENTINA (GIRONE D) 1-2

L'Argentina fa sua la partita della paura contro la Nigeria. Si sveglia Messi che segna il suo primo gol nel Mondiale, poi pareggia Moses su rigore e nel finale è Rojo a realizzare il 2-1 decisivo. Grande spavento per l'Albiceleste che va avanti da seconda in classifica e se la vedrà con la Francia.

ISLANDA-CROAZIA (GIRONE D) 1-2

La Crozia nobilita l'ultimo impegno, pur da qualificata, batte l'Islanda e mette fine alla favola della squadra proveniente dalla nazione più piccola del Mondiale. Decide un gol di Perisic, tra i pochi titolari a prendere parte alla gara.

Lunedì 25 giugno 2018

URUGUAY-RUSSIA (GIRONE A) 3-0

Prestazione notevole dell'Uruguay che conquista il primato nel gruppo A battendo i padroni di casa. Gara che si è decisa nel primo tempo con il gol di Suarez, l'autorete di Cheryshev e l'espulsione di Smolnikov. Poi nel finale la rete di Cavani che si sblocca.

ARABIA SAUDITA-EGITTO (GIRONE A) 2-1

Vittoria in extremis per l'Arabia Saudita in una gara senza significato per la classifica ma che vale solo per le statistiche. Decide un gol di Al Dawsari al 95' in una partita che verrà ricordata solo per il record del portiere egiziano El Hadari, in campo a 45 anni.

IRAN-PORTOGALLO (GIRONE B) 1-1

L'Iran va vicino a una storica vittoria con qualificazione, pareggia contro i campioni d'Europa e li aggredisce sino all'ultima azione. Serata da dimenticare per Ronaldo che sbaglia un rigore e rischia il cartellino rosso.

SPAGNA-MAROCCO (GIRONE B) 2-2

La Spagna evita solo all'ultimo minuto e grazia a un gol di Aspas la sconfitta contro un Marocco già eliminato. I rossi chiudono primi il girone e incroceranno la Russia negli ottavi di finale.



 

Domenica 24 giugno 2018

INGHILTERRA-PANAMA (GIRONE G) 6-1

Travolgente prestazione dell'Inghilterra trascinata da Kane (tripletta) contro Panama che si conferma squadra materasso del Mondiale, me che si toglie la soddisfazione della prima rete iridata grazie a Baloy.

GIAPPONE-SENEGAL (GIRONE H) 2-2

Partita divertente e segnata da qualche leggerezza di troppo nelle due difese. Il Senegal spreca la vittoria nel finale facendosi raggiungere da Honda (4° gol al Mondiale, record per un giocatore asiatico), il Giappone non avrebbe meritato la sconfitta.

POLONIA-COLOMBIA (GIRONE H) 0-3

Successo travolgente della Colombia che si rimette in corsa per gli ottavi di finale. La Polonia torna a casa ed è il primo, vero, fallimento del Mondiale. Grande prestazione di Cuadrado e Falcao.

Sabato 23 giugno 2018

BELGIO-TUNISIA (GIRONE G) 5-2

Che spettacolo il Belgio di Hazard e Lukaku: doppietta per entrambi in un match dominato da cima a fondo contro una deludente Tunisia. Lukaku capocannoniere con Cristiano Ronaldo dopo i primi 180 minuti del Mondiale: 4 gol a testa.

COREA DEL SUD-MESSICO (GIRONE F) 1-2

Un rigore di Vela e un gol del Chicharito Hernandez confermano il Messico in testa alla classifica del girone a punteggio pieno e lo inseriscono tra le grandi sorprese di questo avvio di torneo. Squadra solida e concreta, ma che sa anche giocare un calcio verticale e veloce nelle ripartenze.

GERMANIA-SVEZIA (GIRONE F) 2-1

Germania all'inferno e ritorno. Dal vantaggio di Toivonen (con prospettiva dell'eliminazione aritmetica e clamorosa), al pareggio di Reus e alla vittoria con punizione di Kroos al 95' quando i tedeschi erano in dieci per l'espulsione di Boateng. Gara drammatica e ricca di polemiche per l'arbitraggio (pessimo) del polacco Marciniak.

Venerdì 22 giugno 2018

BRASILE-COSTARICA (GIRONE E) 2-0

Vittoria sofferta per il Brasile che riesce solo a tempo quasi scaduto a venire a capo della difesa della Costarica grazie alle reti di Coutinho (ancora lui) e Neymar, al primo sigillo del suo Mondiale e protagonista poi di un pianto a dirotto nel dopogara.

NIGERIA-ISLANDA (GIRONE D) 2-0

Una doppietta di Musa gela i sogni dell'Islanda che, vincendo, avrebbe approfittato in pieno del ko dell'Argentina con la Croazia. Gara deludente degli islandesi che hanno mostrato grandi limiti difensivi e nella costruzione del gioco. Girone ancora aperto a ogni soluzione alle spalle della Crozia.

SERBIA-SVIZZERA (GIRONE E) 1-2

Vittoria di rimonta della Svizzera che gioisce grazie a un gol di Shaqiri quasi in tempo di recupero. rete che pesa tantissimo nell'economia del girone e accompagnata da plemiche per l'esultanza filo-albanese del giocatore.

Giovedì 21 giugno 2018

DANIMARCA-AUSTRALIA (GIRONE C) ore 1-1

Botta e risposta nel primo tempo di una sfida divertente ma che non trova un vincitore. Vantaggio del talento del Tottenham Eriksen su bell'assist di Jorgensen e pareggio di Jedinak su calcio di rigore fischiato con l'ausilio del Var che pesca un mani di Poulsen in area.

FRANCIA-PERU' (GIRONE C) 1-0

Basta un gol di Mbappè per qualificare la Francia agli ottavi di finale. La squadra di Deschamps continua a non esprimere un gran calcio, ma continua anche a vincere. Perù eliminato con 90 minuti d'anticipo sulla fine del giorone.

ARGENTINA-CROAZIA (GIRONE D) 0-3

Clamoroso e umiliante: Argentina travolta dalla Croazia e a concreto rischio eliminazione dal Mondiale. Primo tempo di sofferenza per l'Albiceleste, poi un clamoroso errore di Caballero spiana la strada al vantaggio di Rebic e nel finale arrivano le firme di Modric e Rakitic. Messi in crisi, Sampaoli contestato per le scelte e insultato pesantemente dai tifosi.

Mercoledì 20 giugno 2018

PORTOGALLO-MAROCCO (GIRONE B) 1-0

Ancora Cristiano Ronaldo (quarto gol del suo splendido avvio di Mondiale), ma poi il Marocco ha messo in grave difficoltà il Portogallo parso meno brillante rispetto al debutto con la Spagna. Ora però CR7 e compagni sono favoriti per la conquista del primato nel girone dovendo chiudere contro l'Iran con ancora in ballo, decisiva, la differenza reti.

URUGUAY-ARABIA SAUDITA (GIRONE A) 1-0

L'Uruguay continua a non convincere, ma vince ancora e si qualifica per gli ottavi di finale. A segnare la sfida contro l'Arabia Saudita è Suarez con un gol sporco in mischia. Ora match con la Russia per il primato nel girone.

IRAN-SPAGNA (GIRONE B) 0-1

L'Iran sfiora l'impresa contro la Spagna che vince solo grazie a un rimpallo fortuito sul ginocchio di Diego Costa. Qualche pericolo per De Gea, anche se gli spagnoli hanno attaccato per quasi tutto il tempo cercando di forzare il muro iraniano.


 

Martedì 19 giugno 2018

COLOMBIA-GIAPPONE (GIRONE H) 1-2

Sorpresa grande nel primo match del Girone H: il Giappone batte la Colombia e la mette in una posizione difficilissima. Partita segnata dal rigore con espulsione (Sanchez) al 4' con vantaggio di Kagawa. Pareggio di Quintero e nel finale il colpo di testa di Osako.

POLONIA-SENEGAL (GIRONE H) 1-2

Primo successo per una squadra africana in questo Mondiale. Il Senegal approfitta dei regali difensivi di una Polonia parsa sottotono e svagata dietro, ma nel complesso il successo è più che meritato e pone le due outsider del girone in testa alla classifica dopo la prima giornata.

RUSSIA-EGITTO (GIRONE A) 3-1

Russia qualificata agli ottavi di finale dopo due sole partite ed Egitto che virtualmente saluta e torna a casa. Il verdetto è spietato ma giusto per quello che si è visto in campo. Il rigore realizzato da Salah (tornato titolare) è servito solo a rendere un po' più interessanti gli ultimi minuti di gioco.

Lunedi 18 giugno 2018

SVEZIA-COREA DEL SUD (GIRONE F) 1-0

La Svezia fatica per un tempo prima di trovare la via della rete grazie a un calcio di rigore assegnato con la collaborazione del Var e realizzato da Granqvist. Partita avara di emozioni. Squadre modeste, destinate a faticare enormemente per passare alla seconda fase.

BELGIO-PANAMA (GIRONE E) 3-0

Un gol di Mertens e una doppietta di Lukaku lanciano il Belgio e lasciano l'impressione di una buona condizione per la nazionale rossa. Panama ha resistito nel suo fortino per un tempo prima di cedere. Il Belgio dovrà confermarsi in altre e più probanti occasioni.

TUNISIA-INGHILTERRA (GIRONE E) 1-2

Una doppietta di Harry Kane, con il secondo e decisivo gol in tempo di recupero, fa impazzire l'Inghilterra che ha prima dominato e poi sofferto contro una Tunisia molto attenta. Di Sassi (su rigore) il primo gol africano in questo Mondiale.

Domenica 17 giugno 2018

COSTARICA-SERBIA (GRUPPO E) 0-1

Buona la prima per la Serbia, trascinata dalle giocate di un ottimo Milinkovic Savic e dal gol capolavoro su punizione del romanista Kolarov. Risultato stretto perché il Costarica non è mai stato capace di impensierire i serbi.

GERMANIA-MESSICO (GRUPPO F) 0-1

Esordio choc per la Germania campione del Mondo che, come la Spagna nel 2014, parte con l'handicap da detentrice del titolo. Decide un contropiede di Lozano nel primo tempo, ma il Messico va più volte vicino al gol con un'ottima prima ora di gara. Solo nel finale i tedeschi riescono a essere pericolosi, ma il pareggio non arriva e il cammino nel girone si complica.

BRASILE-SVIZZERA (GRUPPO E) 1-1

Altra sorpresa di giornata. Non basta un buon Neymar e il capolavoro di Coutinho nel primo tempo, la Selecao si fa raggiungere nella ripresa da un colpo di testa di Suter e nel finale viene fermata da Sommer e dalla difesa elvetica. Prestazione ottima della Svizzera mentre per la nazionale di Tite è un brusco risveglio, anche se quanto visto non è tutto da buttare via.

Sabato 16 giugno 2018

FRANCIA-AUSTRALIA (GRUPPO C) 2-1

Vittoria soffertissima per la Francia, che ha avuto bisogno di un mezzo autogol provocato da un'azione di Pogba nel finale per avere la meglio di un'Australia molto attenta e ordinata. Primo intervento Var della storia del Mondiale nell'assegnazione del rigore poi realizzato da Griezmann per il vantaggio francese. La rete del 2-1 convalidata solo grazie alla GLT (Goal Line Technology).

ARGENTINA-ISLANDA (GRUPPO D) 1-1

Risultato a sorpresa a Mosca: fermata l'Argentina di Messi dall'Islanda al debutto nella storia dei Mondiali. Gara decisa nel primo tempo dal botta e risposta tra Aguero e Finnbogason. Nella ripresa rigore sbagliato da Messi, apparso molto sottotono così come il resto della nazionale Albiceleste.

PERU-DANIMARCA (GRUPPO C) 0-1

Vince la Danimarca, ma il Perù può recriminare per le tante occasioni sprecate. I sudamericani hanno gettato al vento anche un calcio di rigore con Cueva prima di essere puniti dalla rete di Poulsen.

CROAZIA-NIGERIA (GRUPPO D) 2-0

Successo senza grossi problemi per la Croazia, parsa nettamente superiore alla Nigeria. Autorete di Etebo e rigore di Modric nel tabellino, ma in entrambe le occasioni c'è lo zampino di Mandzukic che in nazionale può tornare a giocare da centravanti.

Venerdì 15 giugno 2018

EGITTO-URUGUAY (GRUPPO A) 0-1

Debutto vincente ma sofferto per l'Uruguay di Tabarez. Decisivo un colpo di testa del difensore centrale Gimenez al minuto 89 dopo che il portiere dell'Egitto era stato grande protagonista su Suarez e Cavani (per l'attaccante del Psg anche un clamoroso palo su punizione). L'Uruguay raggiunge la Russia in testa alla classifica del Gruppo A.

MAROCCO-IRAN (GRUPPO B) 0-1 

Sconfitta beffa per il Marocco che viene battuto dall'Iran grazie a un autogol di Bouhaddouz a tempo quasi scaduto. Africani convincenti solo nella prima parte della gara, poi meglio l'Iran che trova una vittoria al Mondiale che mandava dal 1998.

PORTOGALLO-SPAGNA (GRUPPO B) 3-3

Pareggio spettacolare a Sochi, con Ronaldo che entra nel Mondiale da protagonista segnando una tripletta. La Spagna piace per il gioco offensivo ma concede troppo in difesa dove paga anche un brutto errore di De Gea. Primo intervento del Var per convalidare la rete di Diego Costa con sospetta gomitata a Pepe.

Giovedì 14 giugno 2018

RUSSIA-ARABIA SAUDITA (GRUPPO A) 5-0

Debutto col botto per la nazionale di casa: 5-0 all'Arabia Saudita in una partita che non ha avuto quasi storia e che è stata dominata da cima a fondo dalla Russia. Gazinski, Cheryshev (doppietta), Dzyuba e Golovin i marcatori alla presenza di Putin, in tribuna dopo aver assistito alla cerimonia inaugurale. Infortunio per Dzagoev costretto ad abbandonare il campo nel primo tempo. 

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Mondiale Russia 2018: la guida completa

Date, orari, città, stadi, formula, gironi e squadre qualificate per la manifestazione di calcio che si apre il 14 giugno 2018

Russia 2018: Putin, ultras e costi, tutte le sfide del Mondiale

La crisi diplomatica tra il Cremlino e la Gran Bretagna, i timori per la sicurezza e il ritorno dei miliardi spesi: ecco cosa c'è in gioco (titolo mondiale a parte)

Russia 2018: il Messico vince il Mondiale dei social network (che punta al record)

Le 32 finaliste valgono oltre 123 milioni di fan su Facebook, Twitter e Instagram. In Brasile nel 2014 il record di cinguettii e post che in Russia cadrà

Commenti