Altri sport

Us Open: così la Pennetta ha piegato la Stosur

La tennista brindisina si impone con un doppio 6-4 grazie a una gara paziente e attendista e ora è ai quarti di finali

 

 Flavia Pennetta ai quarti di finale degli Us Open, dove questa sera scende in campo anche Roberta Vinci, e che hanno già riservato qualche clamorosa sorpresa - tra i maschi - come l'eliminazione del britannico Andy Murray, sconfitto dal sudafricano Kevin Anderson. Ce l'hanno fatta invece, come da copione, Roger Federer, Stanislas Wawrinka, Simona Halep e Petra Kvitova.

Quella della  33enne tennista brindisina, numero 26 del tennis mondiale, è stata una gara perfetta: due 6-4 contro Samantha Stosur, la tennista australiana sconfitta per la settima volta in sette sfide ma che pure aveva fatto fuori al terzo turno la nostra Sara Errani. È la quinta volta (dopo 2008, 2009, 2011 e 2014, nel 2013 arrivò addirittura in semifinale) che Flavia raggiunge i quarti a Flushing Meadows. Due anni più giovane e quattro gradini più in alto nel ranking, l'australiana, che nel 2011 aveva vinto gli Us Open, non ha avuto scampo, troppo rruente e incostante per riuscire a vincere contro la tattica attendista e tranquilla della nostra Flavia.

«È stata la mia miglior vittoria», ha detto la tennista azzurra, autrice di una prova impeccabile in un'ora e 18', grazie a due break. «Abbiamo servito entrambe molto bene, io ho fatto sei ace, lei sette. La differenza è che io rispondo meglio», ha spiegato, confessando il suo feeling con New York e il torneo: «Amo questa città, le sue luci, la sua vitalità. Non ci si ferma mai. Non mi ci vedo a vivere, troppo caotica, troppo traffico. Ma per due settimane è perfetta, mi trasmette tanta energia. E poi gli Us Open mi portano fortuna». Nei quarti, domani, Flavia incrocia la numero 4 del mondo, la ceca Petra Kvitova (7-5 6-3 alla britannica Johanna Konta), mancina, molto aggressiva e potente, sia di dritto che di rovescio, ma talvolta autrice di errori grossolani. Mentre la romena Halep, n. 2, che ha sconfitto per 6-7 (6) 7-5 6-2 la tedesca Sabine Lisicki ('giustiziera' nel secondo turno di Camila Giorgi), se la vedràcon la bielorussa Victoria Azarenka, n. 20 (6-3 6-4 alla statunitense Varvara Lepchenko).

Tra gli uomini, il sudafricano Anderson, n. 14, ha battuto per 7-6 (5) 6-3 6-7 (2) 7-6 (0) lo scozzese Murray, n. 3, che aveva sempre raggiunto almeno i quarti nei 18 precedenti Slam. Nei quarti, i suoi primi in un torneo 'major' dopo sette uscite negli ottavi, Anderson trova lo svizzero Wawrinka, n. 5 (6-4 1-6 6-3, 6-4 allo statunitense Donald Young). Tre set (7-6/0 7-6/6 7-5) sono bastati invece a Federer, n. 2, per aver ragione dello statunitense John Isner: ora, per il fuoriclasse di Basilea, il francese Richard Gasquet, n. 12, affermatosi a sorpresa, per 2-6 6-3 6-4 6-1, sul ceco Tomas Berdych, n. 6. Stasera Roberta Vinci (43), approdata ai quarti in seguito al forfait per infortunio della canadese Euge'nie Bouchard, sfida, per la prima volta, la francese Kristina Mladenovic (40). Nella notte va in scena invece il 27/o derby in famiglia tra le sorelle Venus e Serena Williams.
 

© Riproduzione Riservata

Commenti