44^ Barcolana, le foto più belle della regata di Trieste

1737 imbarcazioni hanno partecipato alla 44^ edizione nel golfo di Trieste, poco vento ma tante emozioni

Matteo Politanò

-
 

Vele a non finire nella cornice da sogno del golfo di Trieste. Anche quest'anno la Barcolana, storica regata velica europea, ha regalato emozioni forti agli amanti del mare. Le oltre 1700 imbarcazioni che dalla mattina di domenica sono scese in acqua hanno dato il via ad una delle edizioni più lente di sempre a causa del vento quasi assente.

Esmit europa 2 è riuscita a spuntarla vincendo la regata per la terza volta consecutiva in 3 ore, 59 minuti e 57 secondi. Tutti i partecipanti sono stati penalizzati dalla mancanza del vento e lo skipper Jochen Schuemann ha potuto così confermare il suo dominio anche nella 44^ edizione. Vittoria con oltre mezz'ora di distacco dal secondo classificato Maxi Jena, tra le 20 imbarcazioni che hanno tagliato il traguardo su un totale di 1737. Bora che ha complicato nettamente la partenza e impedito a quasi tutti i partecipanti di portare a termine il percorso.

Lo spettacolo dalla Barcolana è stato però visto da oltre trecento mila presenti, un ulteriore passo in avanti per un evento che quest'anno ha puntato forte sull'internazionalizzazione: "Stiamo cercando di far conoscere sempre di più la Barcolana all'estero con un progetto di comunicazione mirato che già da questa edizione ha portato nuovi e importanti partner da oltre confine.

Inoltre stiamo raccogliendo anche le provenienze dei nostri ospiti per capire quanto ogni anno crescano e si aggiungano nuove nazionalità" ha spiegato Vincenzo Spina, presidente della Società velica di Barcola e Grignano. L'unico ad aver tradito le attese in questa 44^ edizione è stato dunque il vento: alla vigilia erano previsti 25 nodi di Bora ma durante la regata c'è stato uno scirocco debolissimo in partenza, andato poi a calare fino ad annullarsi lasciando "al palo", in mezzo al Golfo, quasi tutta la flotta. "L'edizione con meno vento in assoluto che io ricordi - ha dichiarato l'armatore di Esimit Europa 2, Igor Simcic - è stata una Barcolana diversa e davvero sofferta ma non per questo meno bella.

Una regata tattica, molto difficile. Abbiamo sempre navigato al massimo, anche se il massimo erano 7 nodi di velocità. La nostra strategia ha funzionato bene, abbiamo affrontato i passaggi di vento cambiando le vele sempre al momento giusto. Il nostro è un equipaggio perfetto, a 40 così come a 4 nodi. La Barcolana è sempre fantastica regate così non se ne trovano da nessun'altra parte, per questo ci emoziona".  

© Riproduzione Riservata

Commenti