cortina_mondiali
Altri sport

2021: Mondiali di sci a Cortina

La Federazione internazionale accetta la candidatura della località italiana: sarà la quarta volta nella storia per le nevi ampezzane

Buona la quinta: dopo essersi candidata per le edizioni 2013, 2015, 2017 e 2019, Cortina è stata prescelta dalla Fedrazione internazionale per ospitare i Mondiali di sci del 2021.

La nota località turistica è già stata sede della manifestazione nel 1932, 1941 e 1956: il prossimo sarà dunque un ritorno sulle nevi ampezzane dopo 65 anni. Nel 2005, invece, l'ultimo Mondiale ospitato in Italia, a Bormio (Sondrio).

Un progetto dal minimo impatto ambientale
Per il ritorno in Italia della rassegna iridata Cortina, come da progetto presentato alla Federazione internazionale, ha in programma due sole opere nuove: la pista Anton Sailer, sul Col Drusciè, per le gare di slalom speciale, maschili e femminili, e la strada di accesso al traguardo di Rumerlo. La pista è stata approvata dalla Regione Veneto un anno fa per l'impiego agonistico, mentre per la strada il Comune ampezzano ha messo a bilancio preventivo 8 milioni di euro.

Per il resto, l'attuale pista Olimpia sarà riservata alle gare femminili, mentre la nuova Vertigine Bianca (realizzata però collegando piste già esistenti) ospiterà le prove veloci maschili e la Labirinti vedrà protagonista lo slalom gigante. Come strutture di servizio si pensa invece di utilizzare il già esistente Centro polifunzionale "Alexander Girardi" , insieme con lo stadio Olimpico del ghiaccio, mentre si pensa di costruire una nuova piscina.

Il progetto prevede poi la riqualificazione della ex stazione e della pista da bob, vicino alla quale dovrebbe sorgere un nuovo edificio denominato "Città dello sport', che permetterà di ospitare gli atleti delle varie discipline in una struttura dotata di tutte le attrezzature necessarie. Previste anche strutture temporanee, che saranno però rimosse dopo l'evento senza impattare sull'ambiente.

Per gli alberghi, il dossier presentato sempre alla Federazione internazionale indica 4.761 posti letto, indirizzando gli altri ospiti verso Cadore, Pusteria e Val Badia. E' previsto inoltre l'impiego di 1.200 volontari ad affiancare lo staff di persone stipendiate per accogliere - secondo le stime - almeno 150 mila spettatori nei dieci giorni di gare.


© Riproduzione Riservata

Commenti