People

Bill Cosby, le accuse dell'ex collega

E intanto Obama sottolinea: "Nessuna tolleranza per gli stupratori"

Thurgood Marshall College Fund 25th Awards Gala - Inside

Barbara Massaro

-

Non accenna a placarsi lo tsunami che si è abbattuto su Bill Cosby, l'ex mitico papà dei Robinson accusato da ormai decine di donne di essere un maniaco stupratore che prima sedava le sue vittime e poi abusava di loro. Dopo aver ammesso di aver violentato e drigato una donna la posizione di Cosby è sempre più difficile e ora ad unirsi al coro si aggiunge anche l'ex collega Joseph C. Phillips, 53 anni,che aveva interpretato il genero dei RobinsonMartin Kendall nella sitcom  dal 1989 al 1991.

Attraverso un post scritto di suo pugno su intitolato 'Certo che Bill Cosby è colpevole', Phillips ha tuonato.

"Sicuramente qualcuna di queste donne ha mentito, ma non tutte. Che Bill dormisse in giro era una cosa risaputa".

E ha poi aggiunto: "Nel 1989 sapevo che Bill tradisse Camille, ed ero abbastanza certo che lei lo sapesse. In ogni caso non era certo affar mio. No ho mai visto Bill andare incontro a comportamenti inappropriati. Così come non ho certamente mai visto della droga. Quindi tutto quel che ho sono i pettegolezzi, come gli altri. Ma più le accuse aumentavano e più a me disturbavano.

Scoprire che l'uomo che idolatri possa essere uno stupratore seriale è traumatico. Nulla rispetto al trauma subito dalle presunte vittime, ma tuttavia inquietante".

"Un pomeriggio - racconta - ho incontrato una vecchia amica. Non la vedevo da anni e la storia di Bill era ovunque. Così le ho fatto delle domande. Le chiesi se Cosby, come ricordavo io, era stato il suo mentore. Scoppiò a piangere. Passammo due ore su una panchina a parlare. Tra le lacrime mi raccontò la sua storia, mi disse che lo malediva per aver violato sia la sua fiducia che il suo corpo".

"Si maldediva per non esser stata più intelligente. L'ho ascoltata con pazienza. Mi chiese se le credevo e io le dissi di sì. 'Perché mi credi', continuò lei'. 'Perché solo una pazza si sarebbe seduta con me tutto questo tempo per condividere una fantasia. E tu non sei pazza'. Non so se la nostra conversazione sia stata catartica per lei, ma è stata straziante per me".

E ha poi concluso che un consiglio rivolto direttamente a Cosby: "Bill, hai una famiglia che ti ama e più soldi di quanti ne potrai mai spendere. Ritirati e permetti a quelli che davvero ti amano di conservare almeno un pizzico della tua meraviglia".

Nel frattempo anche il presidente Usa Barack Obama è entrato nel merito della vicenda affermando: "Se si dà a una donna o a un uomo, senza che la persona lo sappia, una droga per poi fare sesso con lei senza il suo consenso, quello è stupro. E io credo che in questo Paese, così come in qualsiasi nazione civilizzata, non ci debba essere tolleranza per lo stupro".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Bill Cosby rompe il silenzio dopo le accuse di stupro

A difendere l'attore, protagonista dei "Robinson" , anche la moglie Camille

Bill Cosby: accuse di stupro da altre due donne

Sono ormai 20 le signore che hanno sporto denuncia contro l'attore accusandolo di averle prima drogate e poi stuprate

Bill Cosby: "Drogai alcune donne per abusare di loro"

Il comico ammette di aver somministrato un barbiturico per fare sesso

Commenti