Life

Ultra Europe e oltre, i migliori festival dance dell'estate 2019

Dalla Croazia al Belgio, dall'Ungheria alla Romania. Un itinerario al seguito degli Swedish House Mafia, David Guetta e gli altri dj superstar

Ultra-Festival-2

Marco Morello

-

Per i fanatici del genere dance, l’approdo principale dell’estate sarà Spalato, in Croazia. Qui, durante la prossima edizione di Ultra Europe (12-14 luglio), saliranno in console gli Swedish House Mafia, il trio di deejay superstar composto da Steve Angello, Axwell e Sebastian Ingrosso. Si erano divisi nel 2013, sono tornati insieme dopo sei anni per il piacere delle folle saltellanti. Assieme a loro, il nome di punta di Ultra sarà quello del duo americano dei Chainsmokers, abbonati a scalare le classifiche con i loro singoli ipnotici. E poi, in agenda nel medesimo fine settimana lungo, talenti intramontabili come David Guetta o Steve Aoki.

Salti e fuochi d’artificio

La scaletta, qui come altrove, resta grosso modo la stessa: si balla dal pomeriggio fino a dopo mezzanotte, davanti a palchi giganteschi che sparano ondate di bassi, fasci di luci schizofreniche e fuochi d’artificio; di giorno, invece, si esplora la destinazione, si assaggia la cucina locale, si visita un museo o un centro commerciale giusto per il refrigerio dell’aria condizionata. Oppure, vale per i più incalliti, si va a caccia di qualche party diurno sfidando il solleone. Così, in questo misto di contemplazione e follia, di turismo e mani al cielo, il divertimento è sempre garantito, a patto di avere una discreta resistenza alla privazione del sonno.

 

L'invasione delle Fiandre

Benvenuti in una galassia di viaggi alternativi, la dimensione stroboscopica degli appassionati di musica elettronica, nomadi del ritmo che vagano per l’Europa a rimorchio dei loro dj preferiti. Flussi di vacanzieri che pianificano gli itinerari non tanto in base alla meta, ma a chi ci suona. Per dire, una tappa immancabile è Boom, vicino Anversa. Le Fiandre sono magnifiche, è innegabile, però circa 400 mila ragazzi le invaderanno dal 19 al 21 e dal 26 al 28 di luglio innanzitutto per partecipare a Tomorrowland, lo spettacolare festival che per due weekend trasforma l’enorme parco di un tranquillo paesone in una selva di amplificatori. Nei paraggi, previsti un sovrabbondante mosaico di tende dove fare amicizia, una ruota panoramica per godersi il brulicare della folla, ristoranti che servono piatti da ogni angolo del mondo. Però, nessuna pietanza gourmet o area vip con idromassaggio sarà magnetica come i set di Tiësto, di Alesso o delle star locali, i belgi Dimitri Vegas & Like Mike.

Garrix d’agosto

Per intercettare Martin Garrix, universalmente riconosciuto come il deejay numero uno al mondo e al momento fermo ai box per un infortunio, a parte la solita Ibiza, può avere senso spingersi fino a Skanderborg, in Danimarca, durante lo Smukfest (7-11 agosto). Mentre gli amanti delle destinazioni mainstream, possono prenotare un biglietto per Barcellona per il Beach Festival (13 luglio) della città catalana. Ramblas, tapas e poi fiesta con Dj Snake e Don Diablo. Dal 22 al 25 agosto ci sarà un altro appuntamento iconico che ha superato i vent’anni di longevità: Creamfields. Da una dozzina fa tappa fissa a Daresbury, nel Regno Unito, non lontano da Liverpool. Ma qui l’eco dei Beatles si smorza, perché a sovrastarlo ci sono le hit di Afrojack, Calvin Harris, il veterano Carl Cox e tantissimi altri.

Fino in Ungheria e Romania

Per ascoltare Marshmello, il deejay mascherato del momento che trascorrerà la maggior parte della sua estate nei club di Las Vegas, segnatevi il Balaton Sound (3-7 luglio). Un’ottima occasione per evitare una trasferta intercontinentale in Nevada. Con un bonus niente male: ci si gode le sponde del famoso lago ungherese e nella line-up figurano pure garanzie come Timmy Trumpet, Paul Kalkbrenner e Nicky Romero. Il merito di questi festival, spesso, è portare masse di turisti in zone che altrimenti resterebbero fuori o ai margini dei circuiti tradizionali, nonostante abbiano una qualche impronta nell’immaginario collettivo. È il caso della Transilvania, in Romania. Qui, nelle ore buie care a Dracula, si tiene Untold (1-4 agosto), che quest’anno celebra la sua quinta edizione. Si svolge a Cluj-Napoca, cittadina di 300 mila abitanti a 450 chilometri da Bucarest, che accoglie mostri sacri della console come il re della trance Armin van Buuren o titani come David Guetta. Con tutto il loro codazzo di fan che li segue in capo al mondo, o almeno in qualsiasi angolo d’Europa.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Un giorno vissuto dentro l’utopia di Tomorrowland

Racconto dal festival di musica elettronica per eccellenza, una repubblica provvisoria fondata sul divertimento

Fitness, come sarà la palestra del futuro

Personalizzabile nei minimi dettagli, connessa, per tutti. La visione di Nerio Alessandri di Technogym

Parchi divertimento, le novità del 2019 in Italia e all'estero

Pilotare un'astronave, lanciare palle di neve nel pieno dell’estate o guidare una Ducati sulle montagne russe. Le principali attrazioni al debutto

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965