Euro 2016, ottavi: Inghilterra - Islanda
Life

Islanda, gli strani "effetti collaterali" di Euro 2016

Sono passati nove mesi dallo storico 2-1 che gli islandesi hanno inferto all'Inghilterra e in Paese è boom di nascite

Era il 27 giugno 2016: un giorno storico per il calcio islandese. Quella notte la squadra di Lagerback è riuscita a qualificarsi per gli ottavi di finale agli Europei di calcio battendo l'Inghilterra per 2-1.

A quanto pare, però, il bello è arrivato dopo il fischio finale.

Una notte da leoni

Si sa, gli uomini, quando vince la propria squadra del cuor,e hanno adrenalina, entusiasmo e testosterone alle stelle e quella notte pare che in molti abbiano voluto rendere tributo alla Nazionale festeggiando sotto le lenzuola la vittoria.

LEGGI ANCHE: ""Vergogna e umiliazione": così i giornali inglesi dopo il ko con l'Islanda"

LEGGI ANCHE: "Inghilterra-Islanda 1-2: i gol della brexit"

Ora che di mesi, da quel giorno, ne sono passati nove, si colgono "i frutti" della passione con un boom di nascite senza precedenti nel Paese.

Boom di nascite

A Landspitali, presso la struttura ospedaliera locale, nel week end tra il 25 e il 26 marzo si è registrato un record di parti segnato annotando il numero di anestesie epidurali fatto alle pazienti.

Asgeir Petur Porvaldsson, medico del reparto di anestesiologia del nosocomio via Twitter ha cinguettato: "Abbiamo stabilito il record di epidurali nel reparto maternità questo fine settimana. Nove mesi dopo la vittoria 2-1 con l'Inghilterra".

Che sia una semplice coincidenza o una verità a tanti bimbi un giorno verrà spiegato che , se sono in questo mondo, in fondo, lo devono alla nazionale di calcio.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti