Catherine Zeta-Jones di nuovo in clinica. Diagnosi: è bipolare

L'attrice soffre di disturbi della personalità. Già due anni fa era stata a lungo in ospedale

Catherina Zeta-Jones e il marito Michael Douglas (Credits: Gettyimages)

Barbara Pepi

-

Catherine Zeta-Jones non sta bene. L'attrice è stata ricoverata in clinica per curare il disturbo bipolare del quale soffre da anni.

Per il premio Oscar non è la prima volta che si trova faccia a faccia con i propri fantasmi. Già nel 2011 era stata sottoposta ad un trattamento clinico per uscire dall'incubo di una personalità che alterna momenti di euforia ad altri - più frequenti e più atroci - di grande depressione.

Di recente era stata vista in pubblico sul red carpet dell'Anniversary Chaplin Award Gala di New York insieme al marito Michael Douglas e i due apparivano sereni e sorridenti. Qualcosa, però, nell'animo della diva doveva essere fuori posto visto che subito dopo è piombata nel buio.

Due anni fa le cure alle quali era stata sottoposta avevano funzionato, tanto che le era stato possibile tornare a casa e riprendere la propria vita sottoponendosi soltanto a dei controlli periodici.

Ora di nuovo il baratro. Sembra che a peggiorare la situazione clinica dell'artista abbia contribuito lo stress legato alla malattia del marito. Michael Douglas soffre, infatti, da tempo di tumore alla gola e Catherine gli è accanto nel difficile cammino attraverso il cancro.

Uno stress, fors,e troppo grande per la fragile attrice che ora, come rende noto la sua agente Cece Yorke, si dovrà sottoporre ad un ricovero di 30 giorni per riprendere in mano la propria vita.

© Riproduzione Riservata

Commenti