Sanremo 2016, le pagelle delle cover: vincono gli Stadio
Ansa
Sanremo 2016, le pagelle delle cover: vincono gli Stadio
Musica

Sanremo 2016, le pagelle delle cover: vincono gli Stadio

La notte dei remake: grandi performance di Bluvertigo, Elio, Noemi, Annalisa e Francesca Michielin. Gli Stadio trionfano omaggiando Lucio Dalla

La lunga notte delle cover

La serata più divertente, quella dove i big si possono sbizzarrire nella reintepretazioni di classici della musica. Sarà un caso, ma con le cover lo show decolla...

Trionfano gli Stadio che interpretano La sera dei miracoli di Lucio Dalla.

Ecco i nostri voti alle performance dei Big nella serata della cover-mania.

1) Noemi – Dedicato (Loredana Bertè)

Un brano bellissimo scritto da Ivano Fossati nel 1978: ottima scelta per la vocalità di Noemi che lo fa suo dopo pochi istanti con grande sicurezza e un arrangiamento travolgente. Diverte e si diverte. Voto: 7

2)Dear Jack – Un bacio a mezzanotte (Quartetto Cetra)

Bizzarro accostamento quello con lo storico quartetto. La patrte del leone la fanno i coristi e il nuovo vocalist molto più a suo agio rispetto all'esecuzione del brano inedito in gara. Voto: 6-

3) Zero Assoluto – Goldrake (Actarus)

Un classico delle colonne sonore dei cartoni Seventies. Materiale ultra vintage riletto in chiave acustica per chitarra e voce con qualche arco. Come remake, un po' piatto. Voto: 5,5

4) Giovanni Caccamo e Deborah Iurato – Amore senza fine (Pino Daniele)

L'originale è inarrivabile, ma le voci di Giovanni e Deborah si intrecciano bene e sono credibili. Scelta rischiosa, ma anche coraggiosa. Voto: 6.

Stop al televoto: una sola canzone, tra quelle di questo gruppo, vince.

PASSA NOEMI

La lunga notte delle cover

Patty Pravo – Tutt’al più (Patty Pravo)

Patty coverizza se stessa e già per questo merita un applauso. L'attacco è a cura di un rapper ma la canzone vera inizia quando entra lei. Una canzone straordinaria in origine. Peccato, poteva essere un bel momento ma questa contaminazione proprio non ci sta. Voto: 5

Alessio Bernabei con Benji e Fede – A mano a mano (Riccardo Cocciante)

Qualche discreta armonizzazione, ma il pezzo è veramente difficile per farne un remake all'Ariston. A quandi Benji e Fede a Sanremo in gara? Voto: 5,5

Dolcenera – Amore disperato (Nada)

Punta sul sicuro Dolcenera con questo gioiello di Nada che le calza perfettamente. Il pezzo è antico, l'arrangiamento moderno, anche troppo a tratti. In ogni caso, convince. Con nastro arcobaleno Voto: 6

Clementino – Don Raffaè (Fabrizio De Andrè)

Cappello arcobaleno, Clementino si muove davvero a suo agio con una canzone che è nella storia della musiac italiana. Non era scontato uscirne bene. Bravo. Prende tanti applausi Voto: 6,5

Stop al televoto: una sola canzone, tra quelle di questo gruppo, vince.

PASSA CLEMENTINO

La lunga notte delle cover: il trionfo dei Pooh

Cinquant'anni di POOH celebrati con un medley (Piccola Katy, Dammi solo un minuto, Pensiero,Chi fermerà la musica, giusto per citarne alcuni) di grandi successi. Nostalgia ma anche il viatico per i concerti negli stadi di quest'estate.

Elio e le Storie Tese – Quinto ripensamento (versione italiana di Fifth of of Beethoven tratto dalla colonna sonora della Febbre del Sabato Sera)

Spettacolare il look 70's. Anche meglio la parte sonora tra disco music, funk, classica e testo creato per l'occasione. Fuoriclasse. Voto: 7

Arisa – Cuore (Rita Pavone)

Fa suo tutto quello che interpreta: brano orginali o cover. Questa volta rilegge con grande classe un vecchio hit di Rita Pavone 1963. Tanta voce: una sicurezza. Voto: 6,5

Rocco Hunt – Tu vuo’ fa l’americano (Renato Carosone)

Ariston in piedi per Rocco Hunt che rilegge Carosone. Divertente l'inserto rap. Credibile e potente. Voto: 6

Francesca Michielin – Il mio canto libero (Lucio Battisti)

Mica facile misurarsi con uno dei capolavori di Mogol Battisti. A diffrenza di altri in questa serata va dritta al punto. Voce, piano e archi. E una percusione nel finale. Che suona lei mentre canta. Voto: 6,5

Stop al televoto: una sola canzone, tra quelle di questo gruppo, vince.

PASSA ROCCO HUNT

La lunga notte delle cover

Neffa – ‘O Sarracino (Renato Carosone)

Accompagnato dau Bluebeaters ripesca uno dei classici di Carosone in chiave reggae-ska. Non male. Voto: 6

Valerio Scanu – Io vivrò (Lucio Battisti)

Ancora Battisti-Mogol. Un capolavoro del 1968. Scanu si siede al pianoforte e fa quel che può con qualche percussione di troppo. Ci sono brani che sarebbe meglio non toccare... Voto: 5

Irene Fornaciari – Se perdo anche te (Gianni Morandi)

Un remake in chiave rock del classico di Morandi e Neil Diamond. Irene senbra totalmente a suo agio e divertita. Versione efficace. Voto: 6

Bluvertigo – La lontananza (Domenico Modugno)

Destrutturare Modugno non è un'impresa banale. I Bluvertigo ci riescono con un arrangiamento raffinato e geniale. Ci vuole gusto e loro ce l'hanno. Voto: 7

STOP AL TELEVOTO. PASSA VALERIO SCANU

Leggi quali cover interpreteranno i Big di Sanremo 2016

La lunga notte delle cover

Lorenzo Fragola – La donna cannone (Francesco De Gregori)

Ci vuole fegato a confrontarsi con uno dei pezzi più noti della musica italiana. Fragola ci prova e alla fine ne esce bene interpretandolo a modo suo. Voto: 6

Enrico Ruggeri – ‘A canzuncella (Alunni del Sole)

Divertente remake del classico degli Alunni del Sole. Una buona idea. Voto: 6

Annalisa – America (Gianna Nannini)

Potente, trascinante, credibile. Quest'anno Annalisa sembra un'altra performer rispetto a quella degli scorsi Festival. E addirittura si misura con il rock and roll. Voto: 7

Stadio – La sera dei miracoli (Lucio Dalla)

Emozioni, tante emozioni: le regalano gli Stadio di nuovo con Rocky Portera per rendere omaggio a Lucio Dalla sul palco dell'Ariston. Pezzo leggendario, interpretazione splendida. Voto: 7,5

Stop al televoto. PASSANO GLI STADIO

Come ieri, i primi minuti del Festival sono stati dedicati alle sfide tra le Nuove Proposte

Miele versus Francesco Gabbani

Passa Francesco Gabbani: in orgine aveva vinto Miele, ma un inconveniente nelle operazioni di voto in sala stampa ha portato alla ripetizione del voto.

Michael Leonardi versus Mahmood

Passa Mahmood

I più letti