Marina Jonna

-

Sappiamo cosa è successo negli ultimi otto maledetti minuti di volo. L'Huffington post riporta la conversazione audio, ricostruita dal quotidiano Bild, grazie alla registrazione della scatola nera ritrovata.

Ma non solo. È stato ritrovato un video in un telefonino ritrovato tra i resti dell'areo con un video

GUARDA QUI COSA CONTIENE IL VIDEO

Negli ultimi venti minuti la conversazione è normale, anche spensierata in alcuni momenti.

Il comandante Patrick avvisa il copilota che sarebbe dovuto andare alla toilette, non avendo fatto in tempo ad andarci a Barcellona.

Ecco gli ultimi minuti della conversazione tra i due:

Ore 10,27

Patrick S (comandante) chiede al copilota Andrea Lubitz di preparare l'atterraggio a Duesseldorf.

ANDREAS LUBITZ: "Spero"...."Vediamo"

PATRICK S: "Vado in bagno, adesso puoi prendere i comandi"

Ma quando cerca di rientrare dal bagno la porta è chiusa.

PATRICK S: "Apri"

PATRICK S:"Per l'amor di Dio, apri la porta!".

PATRICK S:"Apri questa maledetta porta!".

In sottofondo, si sentono le urla dei passeggeri.

ANDREAS LUBITZ resta in silenzio

Si sentono i tentativi di abbattere la porta con un'ascia.

PATRICK S: "Apri questa fottuta porta!".

Alle 10.40 circa, l'aereo colpisce la montagna.


Gli ultimi suoni registrati sono le urla dei passeggeri, subito dopo l'Airbus si schianta a 700 chilometri orari su un versante delle Alpi francesi.
Tutte le 150 persone a bordo sono morte. Identificati con il DNA circa 70 corpi, mancano all'appello ancora tutti gli altri.

© Riproduzione Riservata

Commenti