Micol De Pas

-

Mancava dalle scene da un po'. Ma inrealtà stava lavorando al suo nuovo progetto, diverso dagli altri e fortemente cantautorale. Lisa, che si era imposta a Sanremo nel 1997 per poi farvi ritorno altre due volte, ora parla di sè. Con il nuovo disco Rispetto 6.1 tratteggia un diario intimo della sua vita e della sua storia. Tra musica e parole. Ne abbiamo parlato con lei.

Come ha lavorato a questo disco?

«Stavo attraversando un periodo particolare della mia vita e sentivo la necessità di liberare tutte le mie emozioni. Così insieme al mio amico e collaboratore Gualtiero Cesarini ci siamo chiusi nel suo studio di Roma a scrivere. Sono arrivate le prime melodie, che poi lui arrangiava, e le parole. Spesso venivano insieme alla musica, come è successo con i brani Ma ti prego scusami o Rispetto. Altre volte arrivava prima la musica o il contrario».

La scelta del tema, il rispetto, è molto forte in questo periodo storico. Che significato ha per lei questa parola?

«Per me la musica ha il dovere di trasmettere valori importanti e prima di esprimere un concetto ci penso parecchio, perché è come entrare nelle case delle persone portando un messaggio. Il rispetto è qualcosa di molto importante e decisivo per la vita delle persone. Troppo spesso questa parola viene usata in maniera pomposa, ma di fatto vuota. E io volevo dargli sostanza. Volevo raccontare la necessità di dare rispetto a se stessi, al prossimo, alla natura, agli esseri umani e a tutto ciò che ci circonda. Guardarsi dentro è l'unica strada per accettare l'imperfezione (da cui il brano Non è perfetto) di cui è fatta la vita. Che per questa ragione è così magnifica! Va rispettata, ma per farlo bisogna imparare ad accettarsi per quel che siamo».

Da interprete a cantautore. Com'è cambiato il suo ruolo artistico?

«Non trovo grande differenza tra le due cose, perché entrambe vivono in me. Io sono una cantautrice e mi appassiono a interpretare ogni parola affinché arrivi al pubblico. Certo, avere la forza e la libertà di espriemere le proprie idee e le proprie emozioni è un privilegio immenso».

----------

Lisa, Rispetto 6.1, è uscito il 27 maggio.

© Riproduzione Riservata

Commenti