Musica

Intervista a Maruego: "Ho portato un'ondata di freschezza al rap italiano"

Il rapper italo-marocchino presenta il video del nuovo singolo "Narcos" ambientato in Colombia e ispirato dalla serie Tv su Pablo Escobar

maruego-narcos-colombia

Matteo Politanò

-

"Ti osservano, invidiano, criticano e... imitano". Maruego, il rapper italo marocchino cresciuto a Milano e protagonista di un successo crescente, ha scelto di parafrasare una frase del famoso narcotrafficante Pablo Escobar per lanciare il suo nuovo video Narcos.

Nell'estate 2015 il suo primo album "MITB" ha superato gli oltre 100 mila download e dopo l'uscita dei due singoli DD6 e Napoleone oggi è toccato al nuovo singolo, girato in Colombia e prodotto dai 2nd Roof, il duo milanese di producers che per primi insieme a Guè Pequeno hanno notato il talento di questo ragazzo nato nel 1992 a Berrechid e cresciuto sotto il Duomo. Ecco cosa ci ha raccontato: 

Come è nata l'idea del singolo "Narcos"? 

"Naturalmente ho seguito la serie su Netflix e sono rimasto conquistato dalla colonna sonora e dal mood dei brani. Volevo scrivere una canzone toccando le stesse corde e richiamando quello stile. Volevo chiedere ai 2nd Roof di produrmi una strumentale che facesse al caso mio ma non è servito: l'avevano già fatta senza che io dicessi niente. Era perfetta e ho iniziato a scriverci sopra. È passato quasi un anno ed è nato un brano dove mi immedesimo in una sorta di "spacciatore di musica" e uso la storia di Escobar per tante metafore sul mio punto di vista"

Il video ha la qualità di una qualsiasi puntata del telefilm, a chi va il merito? 

"A Gabriele Maggio e Loris Andreozzi per Malaka films, gli stessi dei video "Cioccolata" e "Sulla stessa barca" che sono i miei video con più visualizzazioni. Squadra che vince non si cambia..."

Lo stesso vale per i 2nd Roof, la vostra collaborazione continua?

"Certo, continuiamo a lavorare insieme e la maggior parte dei brani nel mio nuovo album saranno prodotti da loro"

Il video è stato girato in Colombia, come sono andate le riprese? 

"È stata un'esperienza meravigliosa e faticosa. Io ero in periodo di Ramadan quindi ero molto debole, tuttavia sono riuscito a godermi ogni momento. La gente colombiana è stata molto disponibile, tutti volevano partecipare al video, siamo stati nelle Favelas e abbiamo giocato con i bambini, abbiamo visto e vissuto la loro realtà e siamo stati ospitati nelle loro case". 

In tanti non si aspettavano un singolo del genere, un brano completamente diverso rispetto al passato

"Come detto volevo qualcosa che fosse diverso, avevo in testa quelle sonorità e l'idea mi piaceva. Adesso tutti fanno trap, volevo differenziarmi"

967495

Ti senti parte di questa nuova scena rap?

"Posso dirti di più, senza esagerare. Sento di aver portato una grande ondata di freschezza al rap italiano, ho cercato di fare un certo tipo di musica e adesso stanno provando a farla tutti. Siamo stati criticati, poi ci hanno copiato. È la stessa cosa che dico nel testo di "Narcos": "Ti osservano, invidiano, criticano e imitano". 

Il tuo nuovo album è in arrivo, cosa dobbiamo aspettarci? 

"Non posso annunciare l'uscita, vivo un momento di forte ispirazione e ogni giorno scrivo una canzone che mi sembra più bella della precedente. Ho molte idee e tanta voglia di darmi da fare, sto anche iniziando a produrre basi da me e mi piacerebbe aprire un mio studio"

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Chris Brown ci ricasca: presunta violenza su una donna, arrestato

Il cantante americano, che nel 2009 aveva aggredito l'ex fidanzata Rihanna, avrebbe minacciato una ragazza con una pistola

Rap, l'album video di Frank Ocean, il ritorno di Joell Ortiz e il disco di Pupetta

Il meglio della settimana: dopo 4 anni torna il rapper di Long Beach, da Salerno la nuova artista del Quadraro Basement

Rap: l'inedito di Sean Price, l'album di Raige e il ritorno di Anagogia

Il meglio della settimana: ad un anno dalla morte dell'MC newyorkese esce "Rap professor", l'annuncio del rapper torinese e un freedownload da non perdere

Commenti